Partinico, proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti comunali

Il Sindacato CSA ha proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti del Comune di Partinico, in quanto a seguito della chiusura della contrattazione decentrata relativa agli anni 2017 – 2021, l’amministrazione doveva erogare con immediatezza le somme ai dipendenti relative agli anni 2017 2021.


Il sindacato Csa ha sottoscritto responsabilmente tutti i contratti decentrati dal 2017 al 2021 nonostante il ritardo enorme sulla contrattazione e sul salario accessorio.
“Si era stabilito – si legge in una nota – in sede di delegazione trattante che il pagamento di queste somme avvenisse tempestivamente, purtroppo questo non sta avvenendo con grande disagio dei dipendenti che dopo ben cinque anni attendono ancora ad esempio il pagamento del salario accessorio relativo al 2019.
Pertanto – prosegue la nota – questa organizzazione sindacale dichiara lo stato di agitazione di tutti i dipendenti che si potrà concludere dopo il pagamento del salario accessorio come da accordi sottoscritti e alla partenza immediata della contrattazione decentrata 2022”.


Nello stesso documento, il sindacato ha formalizzato la protesta per non essere stato convocato in nessun incontro sul piano triennale delle assunzioni che prevede una parziale e incompleta integrazione oraria per i dipendenti part-time dell’ente. “Evidentemente – conclude il Csa-questa amministrazione vuole che i servizi per i cittadini funzionino parzialmente con tutto ciò che ne consegue”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy