Furti e ricettazione, guai anche a Sciacca per la banda di Partinico e Camporeale

Si aggrava la posizione per la banda dedita ai furti di rame e di batterie sottratte ad infrastrutture destinate alle telecomunicazioni che, nei giorni scorsi è stata arrestata dai carabinieri della Compagnia di Partinico. Anche la Procura di Sciacca, così come quella di Palermo, ha confermato le misure cautelari per 7 degli indagati che operavano tra Partinico e Camporeale. Sulla  base delle risultanze probatorie prodotte dagli investigatori sono stati accertati i reati di associazione per delinquere finalizzata a furti e ricettazione anche in territori di competenza della Procura saccense. Infatti i malventi, sconfinavano spesso in territori del trapanese e dell’agrigentino nella commissione di reati. Il Gip di Sciacca ha emesso   un ulteriore ordine di custodia cautelare in carcere per i partinicesi Angelo Alamia, 42 anni, Gaspare Castello,  32 anni,  Roberto Palazzolo, 38 anni e, per i camporealesi Nicola Lombardo, 30 anni, Vincenzo Mulè, 20 anni e Giampiero Palazzolo, 31 anni. Allo stesso modo confermata la misura dei domiciliari per Giuseppe Primoletto, 43 anni di Camporeale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy