Partinico, tentato omicidio

Una lite tra due cittadini di nazionalità romena, scaturita probabilmente nell’ambito di interessi legati alla microcriminalità, ha rischiato di finire in tragedia. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Partinico stanno attualmente ricercando l’uomo che ha ferito gravemente un suo connazionale con un coltello. Tutto è accaduto ieri sera, intorno alle ore 21, quando al 112 è arrivata una segnalazione di movimenti sospetti dietro la Chiesa Madre. I militari a bordo di una gazzella si sono immediatamente precipitati per intervenire, ma passando da Piazza Duomo, hanno notato la presenza di un uomo sanguinante riverso per terra. Fermatisi a soccorrere il ferito, i carabinieri hanno subito chiamato il 118. Il pluripregiudicato Marian Iagobut di 33 anni, successivamente identificato, è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale civico, dove i sanitari gli hanno prestato le prime cure. L’uomo riportava grosse ferite di arma da taglio al collo, alla milza e ad una coscia. Interrogato, lo stesso avrebbe riferito agli investigatori come si sarebbero svolto i fatti e date indicazioni sommarie sull’autore del tentato omicidio. Mentre i carabinieri avviavano le ricerche del responsabile, la vittima, nonostante i medici ne avessero disposto il ricovero, ha deciso di firmare le proprie dimissioni e di tornarsene nella sua abitazione di via Maglietta. Ma poche ore dopo le sue condizioni si sono aggravate e con i suoi stessi piedi è tornato in ospedale per chiedere aiuto. I colpi dei fendenti hanno provocato tagli profondi in aree delicate del suo corpo, rischiando il dissanguamento. Attualmente Marian Iagobut è ricoverato in condizioni medio-critiche, nel reparto di chirurgia del nosocomio partinicese. Proseguono, intanto, le ricerche dei carabinieri nei confronti del presunto aggressore che potrebbe essere domiciliato in uno dei paesi del comprensorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy