Montelepre, consiglio d’istituto chiede tavolo tecnico su edilizia scolastica al Commissario Oddo

Il Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Alessandro Manzoni di Montelepre ha inviato una nota al Commissario Straordinario Antonino Oddo, nella quale chiede l’istituzione urgente di un tavolo tecnico per individuare un piano di interventi strutturali necessari per adeguare gli edifici scolastici alla normativa vigente in materia di sicurezza. La richiesta nasce a seguito della determina formalizzata ieri dal Consiglio d’Istituto che si è riunito ieri in seduta straordinaria dopo la sospensione dell’attività didattica nella scuola dell’infanzia di Via Tenente Guarino, e la momentanea indisponibilità di tre classi nel plesso Maria Immacolata. Alla riunione hanno preso parte il responsabile dell’ufficio tecnico comunale Filippo Puntorno e una vasta rappresentanza di genitori. All’unanimità il Consiglio d’Istituto, presieduto da Tommaso Di Maggio, ha determinato di fare propria la disposizione presa dal dirigente scolastico Filippo Terranova, lo scorso 14 gennaio, e cioè di chiudere il sito di via Tenente Guarino che ospita tre sezioni della materna, per le rischiose condizioni strutturali relazionate dal responsabile del servizio prevenzione e protezione della scuola, Ugo Lombardo. Una decisione presa a salvaguardia sia degli alunni che gravitano in quel plesso, sia degli insegnanti che degli operatori scolastici che vi prestano servizio, assolutamente condivisa dal Consiglio d’Istituto, sebbene consapevole del disagio arrecato alle famiglie dei circa 60 alunni. Nella determina, il Consiglio d’Istituto, chiede al Comune di Montelepre di fornire adeguate informazioni sui tempi necessari al ripristino delle condizioni di sicurezza tali da poter far riprendere le normali attività didattiche. Nelle more di ricevere comunicazioni dall’ente locale, ed in considerazione dei lavori che hanno interessato l’altro plesso dove insistono classi di scuola materna, le 3 sezioni di via Guarino continueranno a restare a casa fino al prossimo 24 gennaio, data in cui, il Consiglio D’Istituto, prenderà una decisione definitiva. Risulta, infatti, poco praticabile l’opzione doppi turni nel plesso “Giovanni XXIII” dove banchi, sedie e servizi igienici, non sarebbero adatti a bambini dai 3 ai 5 anni. Riguardo al plesso Maria Immacolata, il consiglio all’unanimità ha deliberato di continuare la sospensione delle attività didattiche, nelle 3 aule di scuola materna interessate dalle infiltrazioni d’acqua, fino a quando non venga prodotto da parte del Comune, l’apposita relazione tecnica che ne attesti l’agibilità, ancora inevasa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy