San Cipirello, Romina Lupo rinuncia allo scranno in Consiglio Comunale

 “La mia presenza sarebbe ingombrante”, Romina Lupo non siederà in Consiglio comunale. L’annuncio ufficiale è arrivato attraverso la pagine Facebook della candidata.  

La scelta di rinunciare alla carica di consigliere circolava da giorni negli ambienti politici locali. “Il mio progetto è stato bocciato e San Cipirello resta legata alle sue tradizioni che Vito Cannella per molti rappresenta al meglio e probabilmente più di me”.

La legge elettorale prevede che il candidato sindaco della lista sconfitta possa occupare di diritto un posto nell’assise cittadina tra i banchi dell’opposizione.

Lupo, a distanza di due settimane dall’esito delle elezioni, fa sapere però di avere rinunciato alla carica di consigliere comunale. Per farlo ha pubblicato la lettera protocollata al Comune.

Pochi minuti dopo è arrivata anche una lunga lettera aperta dove la candidata non nasconde il rammarico: “Il divario in termini di voti è stato netto e non va tenuto sotto banco il risultato eclatante della prima eletta nella lista avversaria con cui mi congratulo”.

 Il riferimento è alle 698 preferenze ottenute da Marianovella Termini, ex consigliere d’opposizione e compagna di Tonino Giammalva, sindaco dal 2007 al 2017.

Di Leandro Salvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy