Partinico, nei guai due imprenditori agricoli finiti nel mirino della Guardia di Finanza

Due imprenditori agricoli di Partinico nei guai. Le fiamme gialle, nell’ambito dell’attività di contrasto agli illeciti in
materia di spesa pubblica e, in particolare, all’indebita percezione di contributi al fine di sostenere le piccole e
medie imprese di produzione agricola colpite dagli eventi incendiari che, nell’anno 2021, hanno interessato la
Regione Sicilia., hanno individuato due aziende agricole, operanti nel settore dell’attività di allevamento bovini e
ovini, che avrebbero indebitamente percepito contributi per oltre 27.000,00 €.


In particolare, durante il controllo, le Fiamme Gialle hanno chiesto ai titolari delle aziende agricole di Partinico l’esibizione della domanda di accesso al contributo e le fatture relative alle spese sostenute per ripianare i danni subiti
dall’evento incendiario. Dall’analisi delle loro domande è emerso che il contributo era stato richiesto, da entrambi, a causa di un evento incendiario. Pertanto i Finanzieri hanno verificato l’effettività delle spese sostenute per ripianare i danni così subiti dalle aziende agricole. Al termine degli accertamenti sarebbe emerso che entrambi i soggetti non
avrebbero sostenuto alcuna spesa documentabile tramite fatture, idonea a giustificare la richiesta di contributo
avanzata. I 2 imprenditori agricoli sono stati così deferiti all’A.G., per le ipotesi di reato di truffa ai danni
dello Stato.


L’attività di servizio conferma il ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di
Finanza, a contrasto delle illecite condotte di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali
erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate a favore delle imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy