Rapine, beccata la banda del terrore che aveva messo a segno due rapine nel trapanese (Video)

I Carabinieri della Stazione di Buseto Palizzolo hanno dato esecuzionea due distinte ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP presso il Tribunale di Trapani, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 5persone (di età compresa tra i 19 e i 68 anni), ritenuti presunti responsabili, a vario titolo, di rapina, ricettazione, lesioni, danneggiamento, minaccia e violenza privata.

I provvedimenti scaturiscono dalle indagini condotte dai Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Trapani, a seguito di due distinti episodi di rapina in danno di minori, verificatisi entrambi a Buseto Palizzolo nel settembre 2021 e la notte di Capodanno 2022.

Le escussioni testimoniali e la minuziosa analisi dei sistemi di videosorveglianza hanno permesso di individuarne i presunti autori (solo un soggetto presumibilmente ricorrente in entrambi i crimini). Sebbene la prima rapina fosse stata perpetrata da quattro soggetti, mentre la seconda solo da due, gli investigatori avevano immediatamente ipotizzato che ci fosse un collegamento tra i due reati. Le modalità esecutive erano risultate molto simili: i malfattori,in entrambi i casi, dopo aver individuato la vittima a bordo di uno scooter, avevano occupato la carreggiata per costringerlo a fermarsi. Poi, approfittando della minore età e ricorrendo a percosse, gli avevano sottratto lo scooter, dandosi alla fuga.

Le indagini hanno permesso di ricostruire che, poco primadella rapina di settembre, i presunti autori avevano anche lanciato delle pietre in direzione di alcune autovetture in transito sulla strada provinciale che collega Buseto Palizzolo a Valderice. Nell’occorso avevano mandato in frantumi il vetro posteriore di un veicolo causando lesioni ad un bambino che era sul sedile della macchina.

I veicoli oggetto di rapina, in entrambi i casi, sono stati rinvenuti dai Carabinieri e restituiti ai legittimi proprietari.

I quattro arrestati(tre in carcere euno agli arresti domiciliari)sono stati ristretti presso la casa circondariale di Trapaniopresso il rispettivo domicilio, ove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre un quinto soggetto è stato sottoposto all’obbligo di dimora a Buseto Palizzolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture