Montelepre, centro di aggregazione minorile per favorire madri che lavorano

 Nuova sfida per l’associazione Attivamente Odv di Montelepre che, grazie ad un finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione Siciliana, avvierà in paese un centro di aggregazione minorile nell’ambito del progetto Hakuna Matata. 

L’iniziativa, co-finanziata dal comune di Montelepre, nasce nel perseguimento della linea B di un avviso pubblico emanato dall’Assessorato Regionale alla Famiglia e alle Politiche Sociali (D.D.G n. 849/20) che, punta al raggiungimento dell’uguaglianza di genere. Obiettivo del progetto è, infatti, dare la possibilità alle donne che lavorano o che sono in cerca di occupazione, di lasciare in custodia i propri figli e, contestualmente favorire l’integrazione sociale e la comunicazione interpersonale fra minori dai 3 ai 12 anni, attraverso il loro impegno in specifici laboratori educativi, creativi  e ricreativi.

L’idea è quella di allestire una vera e propria citta’ dei bambini con spazi ludici adeguati ad avviare svariate attività volte ad intrattenere i giovani ospiti e a valorizzare le loro attitudini, contribuendo alla loro sana crescita. 

Il progetto  Hakuna Matata, realizzato con il supporto tecnico del Cesvop di Palermo, vanta anche della collaborazione dei comuni di Giardinello e Borgetto, i cui minori potranno pure avere  accesso al centro. 

“Con questa iniziativa – afferma il Presidente dell’Associazione Attivamente  Giuseppe Romano- metteremo al centro gli interessi delle donne e dei bambini e sono certo che le nostre attività avranno ricadute molto positive sui territori coinvolti anche ai fini occupazionali, garantendo una boccata di ossigeno, seppur temporanea, a professionalità del nostro territorio.”

Il centro minorile, infatti, non appena allestito, verra’ gestito da professionisti e operatori specializzati di settore in fase di reclutamento e, verrà coordinato dalla referente dell’area progettazione di Attivamente, Rosalia Tinervia.

È in corso l’istituzione dei tavoli tecnici con le varie realtà del terzo settore che stanno collaborando al  progetto e il personale degli uffici servizi sociali dei comuni coinvolti.

(Nella foto, da sinistra verso destra: Giuseppe Romano, Maria Concetta Mandarano, Vincenzo Aiello, Ilenia Abbate, Emanuela Vicari, Luana Tinervia, Chiara Romano, Rosalia Tinervia dell’Associazione Attivamente)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy