Partinico, maltrattava la moglie davanti ai figli: arrestato

In preda al panico per la violenza inaudita con cui il padre stava picchiando la madre, un ragazzino di Partinico ha chiesto aiuto alla polizia. Sul posto, è immediatamente giunta una volante. L’adolescente è stato trovato sul pianerottolo di casa spaventato e molto agitato. Si era messo lì ad aspettare i poliziotti a cui a chiesto di entrare subito in casa e di fare presto perché preoccupato delle gravi percosse che stesse subendo la madre. Fatta irruzione nell’appartamento, gli agenti hanno in primis soccorso la donna trovata scossa e sotto choc, poi, rivolgendosi al marito, gli avrebbero chiesto spiegazioni sul suo comportamento.  L’uomo, in preda ai fumi dell’alcool, avrebbe cominciato ad insultare i poliziotti con un atteggiamento minaccioso.  Nonostante i ripetuti inviti alla calma, questi avrebbe continuato ad inveire contro di loro prima minacciandoli di morte e poi cominciando a lanciargli contro tutti gli oggetti che gli capitavano sotto mano. Volendo far ragionare quel marito violento, gli agenti sarebbero riusciti ad immobilizzarlo e al condurlo al vicino commissariato di polizia, per farlo allontanare dai suoi familiari, terrorizzati per quello che stava accadendo. Ascoltata dalla polizia, in un primo momento la donna avrebbe cercato di scagionare il marito, ma spronata dai figli a raccontare la verità sulla loro triste vita familiare, scoppiando in lacrime,  avrebbe raccontato che questo episodio di violenza fosse l’ultimo di una lunga serie. Molto spesso il marito sarebbe rientrato in casa ubriaco ed avrebbe picchiato la donna per i motivi più disparati. In questo caso per il rifiuto ad una sua richiesta di danaro. L’uomo l’avrebbe afferrata per il collo e l’avrebbe colpita con schiaffi e calci, noncurante della presenza dei due figli che, coraggiosamente, sono intervenuti in difesa della mamma, cercando di sottrarla dalla cieca violenza del padre. Ma quell’uomo, per tutta risposta, aveva anche colpito uno dei due minori con un pugno alla schiena. Alla luce dell’accaduto, l’uomo, 43enne di Partinico con diversi precedenti di polizia, è finito in manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e di minacce e resistenza a pubblico ufficiale, interrompendo così la grave escalation di violenze domestiche consumate dall’uomo all’interno del proprio nucleo familiare a causa dell’abuso di Alcool. Il Gip, nel convalidare l’arresto, lo ha sottoposto ai domiciliari in un’abitazione diversa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy