CINISI. RIFIUTI SPECIALI ABBANDONATI PER STRADA, DUE ARRESTI

Trasportavano circa 500 chili di rifiuti speciali, scaricandone parte sulla pubblica via. Con l’accusa di abbandono illegale di rifiuti speciali e di porto abusivo di armi atte ad offendere, i carabinieri della stazione di Cinisi hanno arrestato Sebastiano Stassi di 21enne e Aimen Issaoui, 26enne, entrambi pregiudicati e residenti a San Cipirello. I militari dell’arma, nel corso di un servizio finalizzato a prevenire e a reprimere il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti, hanno sorpreso i due giovani mentre scaricavano sulla strada scaldabagni, carcasse di lavatrici, batterie di auto e pneumatici. Le manette sono scattate immediatamente per entrambi. Inoltre, all’interno dell’abitacolo della motoape utilizzata per il trasporto e lo smaltimento illegale dei rifiuti speciali, i militari hanno rinvenuto un coltello con una lama di 22 centimetri. Il motoveicolo è stato posto sotto sequestro, così come l’arma bianca. Sebastiano Stassi e Aimen Issaoui, sono stati ristretti presso le camere di sicurezza della caserma dei carabinieri della compagnia di Carini, in attesa del rito direttissimo conclusosi con la convalida dell’ arresto e il rinvio a giudizio dei due pregiudicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy