Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

ITALTEL. DOMANI SCIOPERO DI 4 ORE E SIT-IN DAVANTI LA SEDE DELL’ARS

Palermo, 12 gen. – Domani sciopero di 4 ore dei lavoratori Italtel di Carini con sit-in davanti all’Assemblea regionale siciliana. L’iniziativa e’ organizzata in coincidenza con l’incontro previsto tra le organizzazioni sindacali provinciali e il presidente della commissione Attivita’ produttive dell’Ars, Salvino Caputo, sulle vertenze aperte nel palermitano. Il concentramento si terra’ alle 9.30, davanti alla sede del parlamento siciliano dove e’ previsto anche il presidio degli operai della Fiat di Termini Imerese. I lavoratori dell’Italtel di Carini protestano per respingere il disegno dell’azienda che vuole ridurre gli organici di ulteriori 400 unita’, rispetto al piano definito lo scorso anno, e contro la chiusura di uno dei siti produttivi tra Roma e Carini. I sindacati hanno anche chiesto un incontro all’assessore regionale alle attivita’ produttive, Marco Venturi. “Al governo regionale – dicono i segretari di Fiom, Fim e Uilm – il sindacato chiedera’ di intervenire sulle politiche industriali per evitare ulteriori penalizzazioni del sistema industriale in Sicilia e per rilanciare le aziende del territorio, come l’Italtel e Fiat, che danno un grosso contributo all’economia”. Nel contempo si chiedera’ di intervenire nei confronti del governo nazionale “che sino ad oggi si e’ dimostrato sordo rispetto alle urgenze che minacciano il nostro territorio”. I segretari provinciali di Fim, Fiom e Uilm hanno chiesto anche un tavolo con la prefettura sulla situazione dell’Italtel. La Rsu dello stabilimento Italtel di Carini esprime preoccupazione e chiede ai lavoratori “di rispondere in modo compatto a tutte le iniziative che servono a sostegno della vertenza Italtel. Tutti siamo impegnati, con coscienza e senso di responsabilita’ per dare un futuro a questa azienda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.