PARTINICO. FOGLIO DI VIA PER ALTRE 3 LUCCIOLE RUMENE – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PARTINICO. FOGLIO DI VIA PER ALTRE 3 LUCCIOLE RUMENE

Altre tre donne rumene dovranno lasciare Partinico e non dovranno tornarci almeno per i prossimi tre anni, a deciderlo è stata la Questura di Palermo, che ha disposto il foglio di via obbligatorio. P.P. di 19 anni, S.R. 18enne e C.M. di 33 anni, sono state fermate mentre passeggiavano nei pressi dello svincolo autostradale A29, facendo intendere –come le “colleghe” già allontanate la scorsa settimana- di prestare illecite attività sessuali. Ieri sera, gli agenti del locale commissariato di polizia di Partinico, hanno notificato alle tre donne, anche loro già destinatarie di un provvedimento emesso dal sindaco Salvo Lo Biundo per il loro allontanamento, il foglio di via obbligatorio disposto dalla Questura del capoluogo. Se beccate nel territorio comunale nell’arco temporale previsto dal divieto, rischiano una denuncia a piede libero al primo fermo, e l’arresto con condanna da 6 mesi ad un anno in caso di recidiva. Il foglio di via obbligatorio notificato alle tre donne, segue gli effetti dell’ordinanza emessa dal primo cittadino di Partinico che ammoniva sia le donne che vendono il proprio corpo che i clienti. L’atto firmato dal sindaco Salvo Lo Biundo, infatti, invitava le forze dell’ordine di attuare lo sgombero immediato sia delle lucciole che degli automobilisti sorpresi a contrattare. E questa volta però i Poliziotti, hanno beccato due avventori rumeni che vivono a Castellammare del Golfo, C.F. di 22 anni e A.G. di 20 anni, entrambi incensurati, che si attingevano a caricare a bordo di una BMW di colore nero una delle tre prostitute. Il conducente della vettura, è stato denunciato a piede libero all’Autorità giudiziaria competente. Inoltre dovrà pagare una sanzione di 500 euro, come disposto dall’ordinanza emessa dal sindaco di Partinico lo scorso 4 gennaio. L’attività investigativa degli agenti del locale commissariato però non si arresta. I poliziotti continueranno a vigilare per prevenire e reprimere il fenomeno della prostituzione in paese. Adesso si cerca inoltre di individuare lo sfruttatore delle meretrici rumene giunte da qualche mese anche a Partinico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.