Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

TERRASINI. CONSIGLIO COMUNALE SU PROBLEMATICHE PORTO E BOCCIATURA PER L’ADESIONE AL GAL DI CASTELLAMMARE

portoterrasini
Dopo diverse sedute consiliari e infiniti dibattiti, sembrebbe avviato a Terrasini un cammino virtuoso, per affrontare defintivamente tutti i problemi legati alla struttura del porto. Ieri sera si è tenuto un affollato consiglio comunale condiviso dal sindaco di Cinisi, Salvatore Palazzolo, dal Presidente del Consiglio Nino Vitale e da diversi consiglieri del paese limitrofo. Il porto ricade sul territorio dei due comuni e finora c’è sempre stata un’aspra contesa per stabilire competenze e modalità d’intervento.
Negli anni scorsi, gli scontri politici tra le due amministrazioni hanno bloccato qualsiasi iniziativa, dal Piano regolatore del porto al progetto per l’ampliamento, ma da qualche tempo l’aria è cambiata. Nei mesi scorsi è stato già stilato un protocollo d’intesa sul porto tra i due paesi, sulla base del quale Terrasini manterrebbe le sue prerogative sulla gestione della marineria, mentre Cinisi si occuperebbe dei servizi al comparto da diporto. Ieri sera si è consumata un’altra tappa di avvicinamento tra i due comuni, che ha coinvolto anche il genio civile opere marittime rappresentato in aula dall’Ing. Pietro Viviano. Le modalità di intervento dovrebbero essere stabilite attarverso un’intesa a tre, i due comuni più il genio civile, cui è delgato il compito di elaborare il prg del porto e un nuovo progetto di ampliamento. Il consiglio comunale di Terrasini ha già stanziato circa 90.000,00 euro per la messa insicurezza del porto.
Tuttavia, un’intervento isolato solo sul transetto è ritenuto insufficiente per assicurare le imbarcazioni dei pescatori. La nuova prospettiva di collaborazione tra i due enti locali e il genio suggerisce di inserire il progetto all’interno di quello più ampio, per renderlo coerente con il nuovo porto che potrebbe nascere nei prossimi anni. LE INTERVISTE NEL TG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.