BORGETTO. GIANFRANCO RAGUSANO VINCE IL CONCORSO DI IDEE PER MONUMENTO AD ANTONIO FLERES – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

BORGETTO. GIANFRANCO RAGUSANO VINCE IL CONCORSO DI IDEE PER MONUMENTO AD ANTONIO FLERES

Dopo un’approfondita analisi dei due progetti finali la commissione ha deciso che il monumento ad Antonio Fleres sarà quello ideato da Gianfranco Ragusano. Il tavolo tecnico, istituito per procedere all’intitolazione dell’attuale Piazzetta Roccia alla memoria del carabiniere borgettano, ha approvato all’unanimità ieri il progetto relativo alla realizzazione del monumento. La scultura in bronzo, che sarà posizionata al centro della piazza, raffigurerà il busto del militare affiancato all’Emblema della Repubblica Italiana. Al tavolo tecnico, che ha valutato i progetti degli scultori Lucia Maniscalco e Gianfranco Ragusano, hanno preso parte il sindaco di Borgetto Giuseppe Davì, il presidente del consiglio comunale Salvatore Rizzone, l’assessore Francesco Davì, i consiglieri Erasmo De Luca, Giuseppe Barbaro, Gioacchino Polizzi, Giacomo Riina e Giuseppe Panettino. La Commissione, durante i lavori, ha accolto all’unanimità anche la proposta sul cerimoniale di intitolazione della piazza, suggerita dall’associazione AUSER di Borgetto. Per il sindaco della cittadina, Giuseppe Davì, “la scelta è stata piuttosto difficile visto che entrambi gli elaborati erano meritevoli sia dal punto di vista artistico che tecnico. Abbiamo optato per la scultura di Gianfranco Ragusano – spiega Davì – non per campanilismo in quanto nostro concittadino, ma semplicemente perché ci siamo ritrovati tutti concordi nell’idea che il mezzobusto disegnato dallo scultore borgettano esaltasse con più solennità la figura del nostro eroe. Non è da meno il progetto di Lucia Maniscalco – fa notare il primo cittadino –  che ringrazio ancora una volta per aver preso parte al concorso di idee lanciato nelle scorse settimane e che invito a sostenerci nelle iniziative future per le quali chiameremo nuovamente gli artisti a collaborare”. Adesso, dopo la conclusione della parte creativa del progetto, sarà compito dell’Amministrazione comunale assolvere gli adempimenti burocratici e reperire le somme necessarie alla realizzazione del monumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.