LE ACLI RICORDANO LE VITTIME DI CAPACI – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

LE ACLI RICORDANO LE VITTIME DI CAPACI

Un percorso ideale che, partendo dall’albero “Falcone” in via Notarbartolo, toccherà Capaci, luogo della strage avvenuta nel 1992, e si concluderà a Terrasini, dove un bene confiscato alla mafia verrà riconsegnato alla società civile.

Sono i momenti più significativi della manifestazione “Uno scatto di legalità”, organizzata dall’Unione Sportiva Acli e dalle Acli di Palermo, in occasione del 17 ° anniversario dell’uccisione del giudice anti – mafia Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli agenti della scorta.

Come ogni anno, alle 8,00 del mattino, i Ciclisti della Questura di Palermo, il gruppo “Fausto Coppi”, il coordinamento “Palermo Ciclabile” e il Moto Club Mediterraneo si riuniranno presso l’albero dedicato al magistrato, per dirigersi alla volta di Capaci.

Alle 10,30 circa, è previsto l’arrivo a Terrasini, dove in contrada Paternella, un bene confiscato alla mafia sarà riconsegnato al territorio.

La sera, a partire dalle 21,30, in piazza Duomo, proiezioni e musica nell’ambito della manifestazione “Per non dimenticare”.

“Quest’anno – spiega il presidente provinciale delle Acli Toni Costumati – abbiamo voluto sottolineare l’importanza dell’uso sociale dei beni confiscati, quale occasione concreta di restituzione alla comunità di ricchezze e risorse accumulate con gli affari illeciti”.

Nel salutare e ringraziare il presidente Napolitano, per la sua presenza, quale altissima testimonianza della presenza dello Stato, le Acli palermitane – conclude Costumati – lanciano un appello affinché il ruolo della società civile non venga solo valorizzato sotto il profilo della promozione sociale e culturale e dell’ educazione alla legalità, ma anche come strumento straordinario di partecipazione e gestione virtuosa dei beni confiscati e utilizzabili per il bene comune”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.