Carini, ruspe in azione alla “Rotonda”: demolito “Johnnie Walker”

Ruspe in azione a Carini per demolire la struttura che per decenni ha ospitato il Johnnie Walker, lo storico bar della rotonda da cui si accede all’autostrada. Immobile abusivo appartenuto alla famiglia mafiosa dei Pipitone.

L’intervento è stato deciso con una delibera approvata dalla giunta del comune di Carini guidata dal sindaco Giovi Monteleone, lo scorso 13 maggio dopo che il presidente della terza sezione penale del Tribunale di Palermo, Fabrizio La Cascia aveva revocato il sequestro preventivo disposto nel 2013.

Oltre alla demolizione del locale era stata ordinata quella di altre otto attività commerciali che confinano con la struttura e la restituzione di questi ultimi al Comune di Carini.

“Dopo 7 anni di controversie giudiziarie – afferma il primo cittadino di Carini – finalmente con i lavori di demolizione degli immobili del Johnnie Walker non solo si attua il ripristino della legalità, ma inizia l’opera di eliminazione del degrado e di restituzione al decoro urbano. E’ obiettivo dell’Amministrazione comunale rendere questa zona, che per decenni è stato presidio di mafia, un luogo di aggregazione e inclusione fruito dall’intera comunità carinese. La struttura – conclude il sindaco Giovi Monteleone – andrà giù tutta per fare posto ad una villa. Uno degli immobili non sarà abbattuto e sarà utilizzato per uffici comunali i cui lavori di ristrutturazione sono stati già finanziati e verranno appaltati quanto prima”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy