Capaci, nuova ordinanza sindacale per contrastare gli incendi dolosi boschivi

Per contrastare il fenomeno degli incendi boschivi dolosi che negli ultimi mesi hanno interessato anche il territorio di Capaci, il sindaco Pietro Puccio ha emanato una nuova ordinanza che prevede pure disposizioni di carattere amministrativo interno finalizzate all’istituzione del catasto incendi.  Con il provvedimento, il primo cittadino ha disposto che le zone boschive ed i pascoli percorsi dal fuoco,  non possano avere una destinazione diversa da quella preesistente all’incendio per almeno quindici anni; vincolo che va espressamente richiamato in tutti gli atti di compravendita di aree ed immobili. Sugli stessi terreni vengono vietati  per dieci anni la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili ed attività produttive, il pascolo e la caccia. Per 5 anni viene, invece, vietata la raccolta dei frutti del sottobosco e di tutti i prodotti del sopra suolo (come, ad esempio, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, asparagi, lumache, verdure, funghi, ecc.).  Per i trasgressori verranno applicati i divieti, le prescrizioni e le sanzioni previste dalla Legge n. 353/2000,  fatta salva ogni applicazione di più gravi sanzioni amministrative, pecuniarie e/o penali previste dal D. Lgs. n. 152/2006 e dall’art. 650 del C. P.

“Quest’estate il fuoco ha divorato una buona parte della montagna che sovrasta il nostro centro abitato – afferma il sindaco Pietro Puccio – e in quell’occasione   avevamo preso l’impegno di fare qualcosa per contrastare gli incendi che si verificano nel nostro territorio e che hanno evidentemente origine dolosa. Da qui il provvedimento emanato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy