Isola delle Femmine, il comune verso il dissesto finanziario “a pagamento”


L’amministrazione comunale di Isola delle Femmine si appresta a dichiarare il dissesto finanziario. In giunta ha approvato una delibera con la quale affida ad una società esterna, la Siep di Sant’Agata di Militello, con una spesa di 20 mila euro,  il compito di istruire i funzionari del settore economico finanziario dell’ente locale ad attivare le procedure per il default. 

Il gruppo consiliare di opposizione “un’altra isola…si” guidato dall’ex sindaco Stefano Bologna ( di fatto maggioranza consiliare,  essendo costituito da 6 consiglieri), attacca a 360 gradi l’attuale sindaco Orazio Nevoloso e la sua amministrazione “per il totale immobilismo amministrativo, la perdita di finanziamenti e per il completo abbandono e il degrado in cui è ripiombato il paese in questi due anni. Parliamo di un sindaco – aggiunge Bologna – che spreca 20 mila euro di risorse  per far fallire l’ente comunale e condannare i cittadini a mancanza di servizi e tasse fuori controllo. 

Per il primo cittadino di Isola delle Femmine Orazio Nevoloso non vi sarebbero altre alternative, specie dopo che il secondo settore dell’ente locale ha relazionato sul grave stato della situazione finanziaria del comune non risolvibile con mezzi ordinari.

“Per fermare questa catastrofe annunciata – incalza il Consigliere Stefano Bologna – ci rivolgeremo al Prefetto, alla Procura della Repubblica e alla Procura della Corte dei Conti affinché venga fatta luce su questo modo vergognoso e doloso di utilizzo del denaro pubblico.  È vergognoso che il sindaco Nevoloso abbia licenziato due operai addetti alle manutenzioni degli immobili comunali, delle strade e delle ville, privando i cittadini di servizi sacrosanti e due padri di famiglia del lavoro, e sperperi invece il denaro pubblico per dichiarare un dissesto a “pagamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy