Terrasini, scapoli alla riscossa con la “Festa di li Schietti” (Video)

Con il taglio dell’albero e la tradizionale grigliata all’aperto, a Terrasini è stato dato ufficialmente il via, questa mattina, alla Festa degli Schietti.

Un inno alla Primavera, al risveglio dei colori della natura, alla gioia; una tradizione unica al mondo che si rinnova in paese dal 1860.

Negli spazi antistanti Torre Alba, il comitato dei festeggiamenti ha offerto ai numerosi visitatori prodotti tipici locali: sarde, carne di agnello, salsiccia, olive, formaggi, pane e buon vino rosso. Un momento conviviale e di gioia a cui, anche quest’anno, ha preso parte un gruppo di terrasinesi che vive oltreoceano.

La Festa degli schietti ruota attorno ad un albero di melangolo, ovvero arancio amaro che questa mattina è stato addobbato davanti ai visitatori a Torre Alba.

Questo, come tradizione vuole, nel pomeriggio sarà portato, sui carretti siciliani, nel centro storico di Terrasini dai membri del comitato della Festa di li Schietti, vestiti con gilet e pantaloni alla zuava neri, camicia bianca, berretto e fazzoletto rossi. La Pro loco di Terrasini, per l’occasione ha allestito all’antiquarium una mostra fotografica storica sulla tradizione unica in Sicilia che si inaugurerà stasera alle 19,30. 

Il momento clou dell’evento è previsto domani. L’albero sarà benedetto dall’arciprete del paese, davanti la Chiesa Madre, subito dopo la santa messa mattutina delle 7,30. Da lì cominceranno le tradizionali alzate dell’albero. Gli schietti, che fanno parte del comitato, mostreranno la propria abilità ad alzare l’albero verso il cielo con una sola mano. Un rituale che sarà ripetuto per tutta la mattinata sotto i balconi delle zite. Una prova di forza e di vigore. Un tempo, si dice, che chi non riusciva nell’impresa, veniva lasciato dalla fidanzata perché ritenuto incapace di sostenere una famiglia. In Piazza Duomo, domani pomeriggio, si terrà, invece, la gara dell’alzata dell’albero, a cui possono prendere parte anche i maritati. Vincerà chi riuscirà a tenere più a lungo l’albero alzato. A seguire nell’anfiteatro di Villa a Mare, l’atteso concerto di Orietta Berti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture