Palermo, sesso al centro commerciale: condannato chi ha diffuso il video – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Palermo, sesso al centro commerciale: condannato chi ha diffuso il video

La  ragazzina era stata ripresa mentre faceva l’amore con il suo fidanzatino dell’epoca nei pressi del centro commerciale La Torre di Borgo Nuovo a Palermo.

Per questa vicenda che ha causato choc e dolore ad una ragazzina all’epoca dei fatti (gennaio 2015) ancora minorenne, è stato condannato, come scrive il Giornale di Sicilia, chi tramite Facebook avrebbe messo in rete quelle immagini.

Si tratta di Filippo Stuto, che dovrà scontare una pena di 3 mesi per diffamazione. Il giudice monocratico della terza sezione del tribunale, Maria Ciringione ha inflitto all’imputato anche la condanna a pagare 60 mila euro di danni  alla giovane costituitasi parte civile.

Assolti invece gli altri due imputati: Filippo Brunetti, responsabile della sicurezza del centro La Torre e la dipendente Vincenza Palazzolo, addetta alla stanza di videocontrollo.  

I due giovani furono ripresi a loro insaputa, e il loro video finì sulle chat di whatsapp, sui social e quant’altro. Con effetti devastanti per lei, che si vedeva bene in viso e che venne presa in giro perché un po’ abbondante e goffa nel muoversi.

“Una vita d’inferno”, ha ripetuto la giovane in aula durante il processo che si è svolto a porte chiuse.  

  Secondo la ricostruzione dell’accusa, Stuto con altre persone non identificate ha fatto commenti scabrosi e irridenti, parte fondamentale del video finito in rete e divenuto «virale» di immagini che in pochi minuti fecero il giro del mondo.

 I video furono poi rimossi nel giro di poco tempo ma il danno era comunque fatto. La ragazza veniva riconosciuta da tanti e fu costretta a ricorrere alle cure di uno psicologo. Il processo ha dunque accertato chi diffuse quel video, ma ha escluso responsabilità da parte degli addetti alla sicurezza del centro commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.