Borgetto, la comunità cristiana piange la scomparsa di Don Angelo Mangione (Video)

Sarà l’Arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, a celebrare domani, alle 10,00, nella Chiesa del Santissimo Crocifisso di Via Monastero a Borgetto, i funerali di Don Angelo Mangione, Padre Passionista ed esorcista che si è spento ieri all’età di 99 anni. Nato ad   Alessandria della Rocca in provincia di Agrigento, il 31 luglio del 1920, Padre Angelo entrò in seminario a soli 12 anni, poiché attratto dal segno che un padre Passionista dell’epoca, Monsignor Peruzzo, portava sul petto. Completò gli studi in Seminario, avviando il suo noviziato. Nel 1943 celebrò la sua prima messa e continuò a lavorare in seminario per altri 13 anni.   Sin da giovane sacerdote cominciò ad incontrare le mamme che gli portavano i bambini per benedirli e così, entrò nel mondo degli ammalati. A Borgetto, quando vi arrivò negli anni 70, ha assistito molti moribondi, portando loro la comunione e confessandoli, da qui sviluppò  gradualmente  il desiderio di dedicarsi alle persone che soffrono. Ha fatto anche molta attività di predicazione, coi sistemi dei passionisti, guidando missioni popolari, novene ed altro, per circa 15 anni lungo la sua vita, anche a Roma dove venne nominato  Segretario alla Commissione Internazionale Apostolato. Ma Padre Angelo non volle altri incarichi e preferì ritornare in Sicilia, dedicando tutta la sua vita alla predicazione, anche attraverso trasmissioni radio fino al 1982, quando cominciò a produrre una rubrica religiosa per diffondere la parola di Dio e il Vangelo in Tv.   Ha registrato intorno a 2000 filmati e 1500 sono i dischetti che vanno ancora regolarmente in onda ogni giorno nella nostra emittente televisiva.  Ma ciò che ha reso molto popolare Padre Angelo Mangione è la sua missione di esorcista, dapprima col permesso del Cardinale di Palermo Ruffini, poi del vescovo di Agrigento, ed infine di mons. Carpino, Arcivescovo di Monreale, e dei suoi successori, con il consenso dei propri superiori. Fino a pochi giorni fa, al Monastero dei Padri Passionisti di Borgetto, ha continuato a ricevere le persone, provenienti da ogni dove, persino dall’America, che si rivolgevano a lui, per il suo dono speciale e per ricevere confroto dalle sue preghiere. Ha operato in santità fino agli ultimi giorni della sua vita, nonostante le sue condizioni precarie di salute che, negli ultimi tempi lo costringevano spesso in ospedale. Alle 13,40 di ieri ha ricevuto la chiamata di Dio Padre, chiudendo per sempre gli occhi  nella vita terrena.  La camera ardente è stata allestita nello stesso luogo di culto in cui domani si celebreranno i funerali. Gli editori, la redazione giornalistica, i tecnici e l’intero staff di Tele Occidente partecipano al dolore per la triste scomparsa di Don Angelo Mangione che, Padre Fiorenzo Calaciura ricorda così.

play-sharp-fill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy