Emergenza rifiuti, i sindaci scendono in piazza: domani protesta alla Regione

15 sindaci della provincia di Palermo dichiarano lo stato di emergenza igienico sanitaria e decidono di manifestare pubblicamente, domani, a Palazzo d’Orleans per l’impossibilità di conferire, ormai da diverse settimane, la frazione organica dei rifiuti presso gli impianti di compostaggio autorizzati dal governo Musumeci.

Parteciperanno al sit-in di protesta i comuni di Carini, Trappeto, Balestrate, Borgetto, Montelepre, Giardinello, Balestrate, Piana degli Albanesi, Misilmeri, Altofonte, Villabate, Ficarazzi, Godrano, Camporeale, Roccapalumba e Bagheria.

Gli amministratori, in una nota inviata uffici preposti e alla Prefettura di Palermo, evidenziano che il mancato ritiro della frazione organica, ed il conseguente accumulo dei rifiuti davanti le abitazioni, ai margini delle strade e/o l’abbandono indiscriminato nel territorio comunale, determina un grave pericolo igienico-sanitario per la popolazione, nonchè un rischio concreto di inquinamento; Rilevato che, ancora una volta, al fine di garantire la continuità della gestione del servizio, e scongiurare grave pregiudizio per la salute e l’igiene pubblica, nonchè assicurare l’ordine pubblico e sociale, si è ricorso nell’immediato, da parte di tutti i Comuni, a far richiesta di autorizzazioni a conferire presso altri impianti autorizzati della Regione Sicilia, con esito negativo, i sindaci sono ormai sul piede di guerra.

Il rischio è che a giorni i rispettivi territori vengano invasi dai rifiuti, vanificando l’operato delle Amministrazioni e dei cittadini che hanno contribuito al raggiungimento di un elevato livello di raccolta differenziata e, provocando un danno erariale, non certo per responsabilità da attribuire ai Comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy