Corleone, via libera a due cantieri di lavoro per 30 disoccupati

Finanziati a Corleone due cantieri di lavoro per disoccupati. Il via libera è arrivato dall’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, che ha stanziato la somma di 176.366,84 euro. Sono 30 le persone che saranno impiegate e che si occuperanno della manutenzione e del rifacimento dei marciapiedi di alcune zone di Corleone. Sarà coinvolta anche la frazione di F i c uz z a . Nei prossimi giorni i lavoratori saranno selezionati dall’apposit a graduatoria per i cantieri di lavoro dell’Ufficio Provinciale del Lavoro, stilata un paio di anni fa. Nel frattempo, verranno selezionati i due istruttori, figure indispensabili per l’avvio delle attività. Saranno nominati attraverso evidenza pubblica, che farà seguito ad una loro manifestazione di interesse. Verranno scelti coloro che hanno già un’esperienza precedente in cantieri di lavoro per disoccupati oppure che hanno una particolare conoscenza del territorio in cui verranno fatti gli interventi. L’avviso è disponibile sul sito del Comune di Corleone . Il primo cantiere di lavoro interesserà Ficuzza e via Guardia. In alcuni punti i marciapiedi presentano buche e interruzioni, costituendo un pericolo per i pedoni. Il secondo invece sarà svolto in via Salvatore Aldisio e via Napoli a Corleone. Nella prima strada, in alcuni punti, i marciapiedi sono del tutto assenti e si provvederà quindi alla loro realizzazione. In altri tratti invece verranno demoliti quelli esistenti per sostituirli con quelli nuovi. Stessa situazione in via Napoli. Anche qui l’intervento è necessario per migliorare la zona sia dal punto di vista della viabilità che da quello dell’aspetto urbanistico e ambient ale. «La selezione dei lavoratori inizierà quanto prima.  Saranno 15 per ogni cantiere, insieme ad un direttore e un vice direttore ciascuno e a manodopera specializzata.   «Questi due cantieri di lavoro saranno una boccata d’o s s i ge – no per 30 persone – dice il sindaco Nicolò Nicolosi -. È certo un piccolo sollievo temporaneo, ma non sarà l’ultimo. Siamo infatti in attesa dei decreti di approvazione per altri cantieri che, da un lato, permetteranno di restituire sempre più lustro a Corleone e, dall’altro, di far lavorare cittadini disoccupati e in difficoltà economica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy