Partinico. Pubblicato nuovo avviso per selezione interna dei dirigenti

Con un nuovo avviso pubblico il sindaco di Partinico Maurizio De Luca informa che sono stati riaperti i termini del bando di selezione interna per l’attribuzione degli incarichi di posizione organizzativa o dirigenziale delle cinque macro aree previste dal nuovo assetto organizzativo , approvato dalla giunta prima dell’azzeramento. A motivare la decisione ,il fatto che con il precedente avviso pubblico rivolto ai dipendenti comunali di categoria D, a tempo determinato o indeterminato (con scadenza lo scorso 31 dicembre) non sono prevenute istanze sufficienti per ricoprire gli incarichi apicali di tutte e cinque i settori. Al bando infatti hanno aderito soltanto quattro dipendenti di cui due capisettore in carica e due precari, gli altri cinque dirigenti ,sempre in carica, non hanno presentato alcuna istanza. Pertanto sono stati soltanto due i dirigenti cui è stata attribuita la titolarità della posizione organizzativa, con il conferimento dell’incarico alla dottoressa Maria Pia Motisi di responsabile del settore Affari Generali e Risorse Umane, compreso tutto il settore di segreteria e all’ingegnere Nunzio Lo Grande , in atto a capo del settore Manutenzione , Verde e Servizi Cimiteriali, di responsabile del settore Servizi ala Comunità e alla Persona. In pratica non sono state ancora assegnate le titolarità inerenti i settori: Economici Finanziari e Polizia Municipale per mancanza di candidature. Inoltre a seguito della valutazione dei curricula presentati dai candidati che hanno aderito al primo bando ,non è stato conferito neanche l’incarico di responsabile del settore Sviluppo del territorio e cura della città: una macro area che abbraccia Urbanistica,Suap, Ufficio Europa,Manutenzioni ,Verde, Servizi Cimiteriali,Lavori Pubblici e Ambiente. Le domande di partecipazione al nuovo bando dovranno essere presentate all’ufficio protocollo generale del Comune entro il prossimo 28 gennaio. Qualora non dovessero pervenire anche questa volta istanze sufficienti, sarà il sindaco a provvedere all’assegnazione degli incarichi, tenuto conto dei requisiti previsti dal bando. Il nuovo piano organizzativo prevede una riduzione dei settori da 9 a 5, una razionalizzazione dei costi, una maggiore attenzione alla valutazione dei risultati e dell’innovazione della pubblica amministrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy