Pesce scaduto e in cattivo stato di coservazione a Palermo e provincia

Quasi una tonnellata e mezzo di pesce scaduto e in cattivo stato di conservazione che sarebbe potuto finire sulle tavole natalizie delle famiglie di Palermo e provincia, è stato sequestrato e poi bruciato dalla Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela. I controlli sono stati effettuati, anche a Partinico, Lercara Friddi, Monreale, Piana degli Albanesi, Belmonte Mezzagno ed Altofonte. In complesso sono stati contestati 50 illeciti amministrativi per un valore pari a 82mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy