ALCAMO MARINA. SENZA LUCE DA 2 MESI I RESIDENTI DI C/DA CALATUBO

Sono senza luce da 2 mesi, i residenti di contrada Calatubo ad Alcamo Marina. Ignoti hanno rubato i fili di rame e l’Enel ha lasciato senza energia elettrica gli abitanti dalla zona. A darne notizia, in una nota, è l’alcamese Antonio Fundarò, presidente del comitato “Calatubo vivibile”, che ha scritto all’azienda già decine di lettere senza mai ricevere risposta. Anzi, l’Enel ha recapitato ai cittadini la fattura con l’indicazione del relativo canone bimestrale, per un servizio, non solo non reso, ma neppure adeguato agli standard europei –continua il presidente del comitato “Calatubo vivibile”, tanto che nel passato si sono verificate lunghe interruzioni di servizio elettrico. Insomma, si tratta di un fenomeno grave che compromette –scrive Fundarò- la salute dei cittadini, la sicurezza delle loro abitazioni, la loro proprietà. Nel quartiere di contrada Calatubo –si legge nella nota- tutti hanno un giardino, un orto, un prato, degli alberi da frutta o vigneti che, naturalmente, per mancanza di energia elettrica non possono essere innaffiati., inoltre molti dei residenti sono stati costretti a trasferirsi da parenti ed amici, dato che le abitazioni sono senza luce. “In settimana – afferma Antonio Fundarò – presenterò denuncia formale contro l’Enel per interruzione di pubblico servizio ed inadempienze contrattuali, oltre che, per violazioni agli obblighi nei confronti degli utenti che, ad oggi, non hanno ricevuto alcuna segnalazione sui tempi e i modi di ripristino dell’erogazione dell’energia elettrica”. Infine, il presidente del comitato “Calatubo vivibile”, invita il sindaco Giacomo Scala a farsi portavoce, con immediatezza, nei confronti dell’Enel di questo grave disagio che sta vivendo Alcamo Marina. Inoltre, Fundarò chiede al primo cittadino di provvedere ad istallare i corpi luminosi lungo la strada statale 187, per rendere più sicura contrada Calatubo. Sentito telefonicamente il Sindaco Scala, ha assicurato che si occuperà tempestivamente della questione, contattando personalmente l’Enel per chiarire la situazione sia di contrada Calatubo sia di tutte le zone di Alcamo che stanno subendo dei disservizi da parte della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy