PARTINICO. DISAGI E PROTESTE IN TRE SCUOLE – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PARTINICO. DISAGI E PROTESTE IN TRE SCUOLE

Studenti e genitori protestano a Partinico per alcuni disagi che stanno interessando diverse scuole. L’ennesimo guasto all’impianto elettrico della scuola media Mirto ha costretto il dirigente scolastico Rosalba Biundo a sospendere, per la terza volta, le lezioni con i disagi che ne conseguono per i ragazzini e i loro genitori. La scuola infatti rimarrà chiusa fino al 6 febbraio e gli studenti della scuola primaria dovranno seguire le lezioni di pomeriggio dalle 14 alle 18 al plesso Maggiore Guida. Per i bambini della scuola dell’infanzia invece le lezioni saranno di mattina, sempre nello stesso plesso.
“Il comune di Partinico ci ha assicurato che già da ieri i tecnici sono al lavoro per riparare il guasto” dice il dirigente scolastico Rosalba Biundo. Questa mattina il sindaco Salvo Lo Biundo, l’assessore alla pubblica istuzione Bartolo Parrino e l’assessore alla manutenzione Giovanni Pantaleo hanno fatto un sopralluogo nell’edificio assicurando il capo di istituto sull’immediata soluzione del problema. “I servizi di scuolabus e menza – sottolinea Rosalba Biundo – saranno comunque garantiti”.
Altri disagi per i bambini della scuola elementare Capitano Polizzi da una settimana senza riscaldamenti. La causa è l’assenza di gasolio che alimenta l’impianto. A tal proposito il consigliere del Pd Renzo Di Trapani ha presentato una interrogazione consiliare per conoscere per quale motivazione si è esaurita la dotazione di gasolio, se il problema interessa altre scuole di Partinico e quanti rifornimenti sono stati effettuati nel corso dell’anno.
Intanto è scaduto oggi alle 14 il termine ultimo previsto nell’ordinanza firmata dal sindaco di Partinico Salvo Lo Biundo che imponeva ai proprietari di un appezzamento di terreno adiacente all’ingresso del nuovo liceo scentifico di Partinico, di rimuovere la recinzione realizzata che di fatto impedisce agli studenti di accedere  alla scuola e di seguire un percorso alternativo che mette in pericolo l’incolumità dei ragazzi. I giovani infatti sono costretti ad attraversare la circonvallazione per raggioungere la sede accompagnati dai vigili urbani di partinico. In caso contrario, il comune cosi come cprevede l’ordinanza sindacale, provvederà in giornata a rimuovere forzatamente i paletti che delimitano l’area privata.

Su questi argomenti abbiamo tentato di ascoltare le dichiarazioni dell’assessore al ramo Giovanni Pantaleo che pero ha perferito defilarsi ai microfoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.