PARTINICO. “LE ATTESE DEL 2010” DELLA GIOVANE ITALIA – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PARTINICO. “LE ATTESE DEL 2010” DELLA GIOVANE ITALIA

Un lungo documento di critica e di proposte dal titolo “Le attese del 2010” quello stilato dalla Giovane Italia di Partinico, guidata dal dirigente Salvatore Viola, che interviene sulla situazione politica locale.
“Un’amministrazione comunale degna di questo nome – scrivono gli esponenti del movimento giovanile – dovrebbe convocare le forze sane per predisporre insieme il bilancio comunale del 2010 evitando di perdere tempo ed evitando di presentare il documento contabile come al solito all’ultimo momento.”

“Vorremmo – scrivono ancora i giovani del movimento politico – che il Sindaco della città spiegasse che fino ha fatto il Mega progetto della Policentro visto e considerato che non può riprendere in giro la cittadinanza per altri 3 anni con l’avallo di numerosi affaristi e della lista civica degli artigiani.

“Vorremmo – si legge nel documento – che il nostro sindaco dicesse cosa intende fare per la gestione e il rilancio della cantina Borbonica, visto che nella prima commissione consiliare tutto tace e la stagione estiva deve essere programmata fin da adesso.”

Secondo il movimento politico della Giovane Italia inoltre il presidente del consiglio comunale di Partinico avrebbe regalato agende spendendo oltre 3,000 euro. Uno sperpero di denaro pubblico ai danni dei partinicesi, affermano i militanti.

I giovani del movimento vicino al Pdl chiedono di sapere quali strategie intendendo intraprendere, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvo Lo Biundo e l’assessore provinciale all’ambiente Vito Di Marco, in merito alla questione ambientale sulla vicenda della distilleria Bertolino.

“dall’assessore all’ambiente e allo sport del comune di Partinico – scrivono i giovani militanti – vorremmo sapere quali sono gli intendimenti dell’amministrazione per quanto riguarda lo stadio comunale visto e considerato che le squadre di calcio sono esiliate allo stadio San Salvatore e gli sportivi di Partinico non possono assistere alle partite.”

“Vorremmo capire perché le strade della nostra città – si legge ancora nel documento – sono delle autentiche trazzere piene di buche e vorremmo capire perché il consigliere Tigellino difensore dell’assessore alla manutenzione adesso rimane in silenzio e non piccona più nulla. L’unico consigliere – sostengono i giovani del Pdl – che negli ultimi 5 anni è stato in maggioranza sia con la Giunta Motisi sia della giunta Lo Biundo.”

“Vorremmo capire perché i parchi e le ville della città stanno lentamente degradando e perdendo il loro antico splendore nonostante il fatto che il comune ha una dotazione di 600 dipendenti. Vorremmo capire – scrivono ancora – quali sono le progettualità presentate da questo monocolore che governa la nostra città, quali finanziamenti giungeranno nei prossimi anni.”

“Vorremmo sapere inoltre – afferma la Giovane Italia di Partinico – se l’opposizione in consiglio comunale cominci a fare sul serio prevedendo un possibile alternativa a questo governo della città. Sembra tanto che anche l’opposizione del PDL – continuano i milianti – appartenga al partito di Pierferdinando Casini”

Invitiamo i giovani di Partinico – conclude il documento – a ribellarsi allo sbando e alla mancanza di valori che sta impregnando sempre più la nostra città. L’impegno politico può e deve essere la risposta a questo stato di cose. Aria nuova e fresca contro il vecchiume dei governanti di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.