Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PARTINICO: COMMEMORAZIONE DI GIUSEPPE LA FRANCA

Commemorato ieri sera a partinico con una messa l’avv. Giuseppe la Franca dopo 13 anni dall’assassinio. L’avvocato La Franca è stato ucciso dal clan Vitale anche se non c’è ancora una sentenza passata in giudicato. Un omicidio maturato in un contesto di sopraffazione, al quale Giuseppe La Franca senza alcun clamore, si era ribellato. Il clan Vitale avanzava pretese su alcune proprietà del La Franca. Solo dopo il pentimento e le conseguenti dichiarazioni della sorella del boss Leonardo Vitale, Giusy, l’inchiesta sull’omicidio si è riaperta e Giuseppe La Franca è stato riconosciuto vittima di mafia. Alla cerimonia era presente l’amministrazione di Partinico con il Sindaco Salvo Lo Biundo che ha rivendicato all’amministrazione regionale il finanzimento di 250.000 euro per la ristrutturazione dell’immobile confiscato a Partinico proprio ai Vitale dov’è prevista la dislocazione del nuovo comando dei VV.UU. Alla messa, durante la quale si svolto anche una esibizione del coro Mariela Ventre diretto dal maestro Antonietta Rizzo e coordinato dall’insegnante Rosalba Russo, era presente il Procuratore Ignazio De Francisci, legato all’avvocato La Franca da rapporti di parentela insignito quest’anno del premio “Obiettivo Legalità”. Al nome di Giuseppe La Franca martirizzato dalla mafia sono state dedicate diverse inziative per la diffusione della cultura della legalità.Sono state diverse nel corso degli anni le iniziative partite dalla società civile per ricordare il martirio dell’avvocato Giuseppe La Franca. L’osservatorio sviluppo e legalità intitolato al funzionario del banco di sicilia vittima della violenta sopraffazione mafiosa sviluppa da tempo iniziative per diffondere la cultura della legalità e dello sviluppo ad essa connessa. In linea con quelli che erano i principi ed i valori che hanno contraddistinto l’esistenza di Giuseppe La Franca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.