TERRASINI. AZZERATA LA GIUNTA, POTREBBE SALTARE LA SFIDUCIA AL SINDACO

Si sono dimessi gli assessori della giunta guidata da Girolamo Consiglio, sindaco di Terrasini. L’azzeramento della giunta è stato ufficializzato alle 15 di ieri “al fine di consentire al Sindaco – si legge in una breve nota – di avviare un nuovo percorso politico finalizzato ad assicurare una maggiore governabilità politica e amministrativa del Comune di Terrasini”. Il momento tanto atteso per il primo cittadino e per la città è fissato per oggi alle 16 quando si discuterà se approvare, in consiglio comunale, la mozione di sfiducia contro il sindaco sottoscritta da 13 consiglieri comunali (tanti quanti ne bastano per approvarla). Ma a questo punto potrebbe fallire per la terza volta, la crociata contro il sindaco Consiglio promossa tra gli altri, dal presidente dell’assise Paolo Croce, che però ha avuto un malore nei giorni scorsi e la seduta di oggi potrebbe essere rinviata. E con un voto in meno salterebbe la mozione di sfiducia al primo cittadino che invece potrebbe nel frattempo già lavorare ad alcune trattative che lo porterebbero oggi stesso a formare una nuova giunta e continuare a governare.
“Alla luce del convulso clima politico che negli ultimi giorni ha investito l’amministrazione del comune di Terrasini, – dichiara Alfonzo Palazzolo – alla scopo di scongiurare eventuali critiche ingiuste e immotivate sul ruolo da me svolto, esclusivamente tecnico e avulso da qualsiasi credo politico, ho maturato, in autotutela, la decisione di mantenere le opportune distanze da coloro che potrebbero avanzare ipotesi diverse.”
Ma per l’Udc l’unica strada percorribile è quella della sfiducia al sindaco e portare il paese alle elezioni anticipate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy