RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Sono una studentessa del Liceo Socio Psico Pedagogico di Capaci (succursale del Lice Ugo Mursia di Carini). Ho letto il vostro articolo (del 1 dicembre 2009) e vorrei battere su un punto: per quanto solidali con i nostri compagni della sede di Carini, noi del Liceo di Capaci non condividiamo né appoggiamo la loro modalità di protesta. Siamo, infatti, convinti che la data prevista per la consegna e l’inaugurazione della palestra debba essere rispettata, soprattutto perché il Dirigente Scolastico si è fatto garante del buon esito di tale situazione per il 20 Dicembre prossimo. Saremo felicissimi di partecipare alla grande festa! Non possiamo, ahinoi, essere altrettanto contenti per la nostra situazione di disagio scolastico che, ad oggi, non prevede date certe di soluzione. È ben noto ormai a tutti che il Liceo di Capaci ha sede in un ‘’Oratorio’’, gentilmente offerto dalla parrocchia e pur riconoscenti dell’ospitalità offerta, capite, noi una palestra ce la sogniamo! Abbiamo problemi di base da risolvere: ci serve una scuola, e l’Oratorio non è strutturato per esserlo. Molti pensano che fare sciopero potrebbe risolvere il problema ma, puntando sul nostro senso di responsabilità e sulla voglia di ‘’andare a scuola’’, abbiamo avviato una ‘’trattativa’’ serena, democratica e civile con le istituzioni locali-Sindaco- Assessore dell’istruzione- allo scopo di ottenere, così come previsto dalle ultime due amministrazioni Comunali in tempi brevi i locali ad uso esclusivo del Liceo. Preciso che questi sono già stati individuati ma, in atto, risultano occupati da uffici del Comune di Capaci. Abbiamo avuto la promessa che quanto prima, il Comune stesso, in accordo con la Provincia, provvederà a trovare la sistemazione adeguata per entrambi. NOI VOGLIAMO CREDERCI! Perché non possiamo immaginare che il Liceo di Capaci possa essere ridotto ad una meteora. Sappiamo di avere il conforto e il sostegno della Dirigenza e dei Docenti della nostra scuola che, come noi, credono ancora che lo STUDIO sia un DIRITTO INALIENABILE ad ogni giovane. Per dovere di chiarezza intendo precisare che l’attuale situazione del Liceo di Capaci è la seguente:
32 persone in una classe piccolissima (compresi di docente e di una ragazza diversamente abile), quindi spazio aule insufficiente a contenere il numero degli alunni nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza nei luoghi di studio e di lavoro.
Difficoltà di gestione degli spazi attualmente disponibili in CONDIVISIONE con l’Oratorio San Rocco.
Impossibilità di poter usufruire di strumenti necessari al migliore svolgimento delle attività didattiche, (come: video proiettore, televisore, computer, lettore dvd, libri, cartine geografiche ecc) per la mancanza di spazi e del materiale stesso.
Impossibilità di svolgere attività pratica di educazione fisica, a causa della mancanza di una palestra.
La struttura in cui dovremo andare noi è già pronta ma è occupata da 50 addetti del Comune, che non possono andare via perché non hanno un altra struttura in cui andare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.