MONTELEPRE. INIZIATIVE CONTRO ATO IDRICO – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

MONTELEPRE. INIZIATIVE CONTRO ATO IDRICO

Mentre diversi consigli comunali siciliani si riuniranno domani in contemporanea –e per la prima volta nella storia dell’Isola- per deliberare la proposta di legge regionale che chiede di tornare alla gestione pubblica del servizio idrico, il gruppo consiliare di Montelepre “Noi con Voi”, chiede al Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Randazzo di convocare una seduta straordinaria per il “riconoscimento dell’acqua bene comune dell’umanità” e perciò propone di aderire al coordinamento nazionale degli Enti Locali che combatte appunto, la gestione privata del servizio idrico. Ma Montelepre già dal novembre del 2008 è uno dei comuni che fa parte dell’APS e perciò la battaglia di “Noi Con Voi” mira alla fuoriuscita -da quello che considerano “un altro carrozzone politico”.

“Acqua sei un tesoro, ti voglio bere!” è lo slogan scelto dal movimento cittadino di Montelepre “Liberi Tutti” e dalla locale CGIL, contro la privatizzazione del servizio idrico. Il gruppo vuole sensibilizzare le forze politiche ma anche la cittadinanza sul valore dell’ “acqua bene comune dell’umanità”, e perciò su questo tema ha organizzato un convegno per pianificare le iniziative da portare avanti. Una voce che si aggiunge al coro sollevato dal “coordinamento nazionale Enti Locali per l’acqua bene comune e la gestione pubblica del servizio idrico”. Il convegno di Liberi Tutti e CGIL è in programma per sabato alle ore 18 alla Cripta “Santa Rosalia” a Montelepre. Interverranno –tra gli altri- Andrea Bartolotta del Comitato Liberacqua; Rosario Faraone esponente della CGIL Palermo; Domenico Giannopolo sindaco di Caltavuturo e promotore della battaglia contro la privatizzazione del servizio idrico; e il deputato regionale Davide Faraone.

I PARTICOLARI E LE INTERVISTE NEL TG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.