MAFIA. SEQUESTRATE TRA CAPACI E TERRASINI LE SLOT-MACHINE DEI LO PICCOLO – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

MAFIA. SEQUESTRATE TRA CAPACI E TERRASINI LE SLOT-MACHINE DEI LO PICCOLO

I finanzieri del nucleo speciale di polizia valutaria e del gruppo di Palermo hanno effettuato una serie di perquisizioni in esercizi commerciali di Isola delle Femmine, Capaci, Carini, Cinisi e Terrasini e hanno sequestrato 17 slot-machines. Le macchinette, che fruttano 100 mila euro all’anno, secondo le fiamme gialle sarebbero intestate a prestanome dei boss palermitani Salvatore e Sandro Lo Piccolo. L’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai pm della Dda Francesco Del Bene e Annamaria Picozzi, nascono dall’analisi di alcuni pizzini trovati nel covo dei due capimafia il giorno della loro cattura, il 5 novembre 2007 a Giardinello. Le fiamme gialle, partendo dalle indicazioni contenute nei biglietti, sono riusciti a individuare le imprese presso le quali il clan aveva dislocato le slot. I Lo Piccolo, attraverso la fittizia intestazione delle macchinette, speravano di intascarne i guadagni. Le indagini hanno, inoltre, permesso di individuare, oltre ai beni sottoposti a sequestro, i presunti prestanome della consorteria mafiosa.
Nell’insieme dei reati contestati a Salvatore e Sandro Lo piccolo, attualmente detenuti nel carcere di massima sicurezza di Milano Opera, si aggiunge adesso anche il sequestro preventivo dei beni. L’attività investigativa e’ ancora in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.