PARTINICO. RIFONDAZIONE LODA IL COMUNE DI BORGETTO PER INIZIATIVA DI SOLIDARIETA’ A FAVORE DI DIECI BAMBINI DI SCOPPITO – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

PARTINICO. RIFONDAZIONE LODA IL COMUNE DI BORGETTO PER INIZIATIVA DI SOLIDARIETA’ A FAVORE DI DIECI BAMBINI DI SCOPPITO

LETTERA DEI GIOVANI COMUNISTI.
Un piccolo grande gesto del comune di Borgetto ha donato il sorriso a 20 bambini bisognosi, protagonisti di una vacanza solidale interamente a spese del comune. 10 da Scoppito, comune in provincia dell’Aquila, colpito il 6 aprile dal terribile terremoto che in pochi secondi ha sconvolto le vite dei concittadini abruzzesi, e 10 da Borgetto, scelti tra coloro che purtroppo si trovano in una condizione di disagio. A dichiararlo in una nota è il Partito della Rifondazione Comunista di Partinico, sezione Peppino Impastato. Con grande piacere abbiamo ricevuto l’invito – scrive Rifondazione- da parte del sindaco di Borgetto, Giuseppe Davì, e del vicesindaco assessore alla solidarietà sociale, Vito Riina, che hanno voluto con forza renderci parte di una concreta e indescrivibile azione di solidarietà alla luce delle iniziative di sostegno al popolo d’Abruzzo che all’indomani del terremoto il nostro circolo di Partinico ha immediatamente avviato. Abbiamo assistito allo sforzo attivo di una amministrazione -continuano i comunisti di Partinico-, che veramente ha messo in atto quello che è, a nostro avviso, il significato più profondo del termine solidarietà: “il venire incontro alle esigenze e ai disagi di qualcuno che ha bisogno di un aiuto”. E bambini che hanno perso propri cari, le loro case, i loro giocattoli, il loro mondo quotidiano e si trovano a vivere nelle tendopoli, quelle di Scoppito, in una realtà molto più grave e pesante di quella che le televisioni ci mostrano, sono bambini ai quali un’esperienza del genere ha donato una settimana di tranquillità, di sorrisi, di divertimento, di alienazione dalla difficile situazione nella quale si ritrovano a vivere. Con loro, pronti ad interagire, ad offrire tutta la loro vivacità, altri bambini, quelli di Borgetto, i più bisognosi d’aiuto e di sostegno per le loro condizioni familiari o per i loro problemi di salute. Possiamo dire –scrive ancora Rifondazione Comunista- di aver preso parte ad una bellissima esperienza. Osservare la serenità e l’interazione reciproca tra i bambini abruzzesi e quelli siciliani ha suscitato in noi delle emozioni che sarebbe molto difficile provare a descrivere in poche parole. A loro –affermano gli esponenti del Partito- abbiamo voluto donare dei simbolici braccialetti portafortuna dal color verde, simbolo della speranza. La speranza che essi possano crescere felici e ritrovare gradualmente la totale serenità che si meritano, la speranza che gesti come quelli dell’amministrazione di Borgetto possano essere d’esempio per tutti coloro che invece di solidarietà ne parlano solo per immagine, personale e “comunale”. Infine, cogliamo l’occasione –conclude il partito della Rifondazione Comunista- per ringraziare direttamente il sindaco e il vicesindaco di Borgetto per la sensibilità che hanno dimostrato riconoscendo il nostro lavoro a favore della popolazione abruzzese, riconoscenza di cui invece da parte dell’amministrazione Lo Biundo di Partinico, città nella quale operiamo principalmente, non abbiamo visto neppure l’ombra. L’importante è tuttavia aver aiutato il popolo d’Abruzzo e di questo possiamo andarne fieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.