MONTELEPRE. CONTINUANO I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI S. ROSALIA – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

MONTELEPRE. CONTINUANO I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI S. ROSALIA

Grande successo di pubblico ieri sera a Montelepre, nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Santa Rosalia, per la quindicesima edizione del memorial Cesare Gaglio, manifestazione che tiene vivo il ricordo del giovane chitarrista partinicese scomparso, e che ha visto la partecipazione del famoso sassofonista monteleprino Sal Genovese. Di scena anche Giovanni Genovese, Franco Giannola, Salvatore Pizzurro, Rosario Barretta, Nicola Giammarinaro, Franco La Rosa, Luciana Di Bella, Anna Sgroi, Grazia Buffa, Tanino Gaglio, Bruno Bonadonna, I Cocktail, Antonio Console, Cristhian Cavaliere, Claudio Calambretti, Marco Lo Baldo, Salvatore Novena, Marco Amoroso e Aurelio Pinzello. Presenta la serata è stata Katiuska Falbo. Dopo il memorial, ad essere accontentati sono stati i palati dei tanti golosi che, durante la Sagra della Cassatedda, hanno degustato i tipici prodotti a base di ricotta, distribuiti gratuitamente. Continuano intanto questa sera i festeggiamenti in onore della “Santuzza” alle 18,00 con i vespri cantati e la celebrazione della Santa Messa. Alle 21,00 invece spazio ai ragazzi della Palestra Fitness Energy Club e a seguire musica leggera con il gruppo monteleprino degli “Accademia”. Domani dopo la messa delle 18, i festeggiamenti si concluderanno con la processione penitenziale del simulacro di Santa Rosalia. Le manifestazioni sono organizzate in collaborazione con il comune di Montelepre e la Provincia Regionale di Palermo. La Santa visse nel XII secolo al tempo dei normanni figlia del duca Sinibaldo, di nobile famiglie ricevette nella sua infanzia una solida educazione cristiana. Giovanissima lasciò il palazzo reale di cui era damigella, scelse la via della solitudine ritirandosi in preghiera e penitenza, da prima in una grotta sui monti della Quisquina e in seguito sul monte Pellegrino a Palermo, ove rimase sino alla morte. Fu proclamata Santa dal popolo e sul finire del secolo XII sorsero molte Chiese in suo onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.