LOTTA ALL’ALCOL. ARRIVANO IN SICILIA GLI “ISPETTORI ZERO ALCOL” – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

LOTTA ALL’ALCOL. ARRIVANO IN SICILIA GLI “ISPETTORI ZERO ALCOL”

Arrivano in Sicilia e promettono di raggiungere presto tutta l’ Italia gli ‘ispettori zero alcol’: incaricati del Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori (Codacons), andranno nelle discoteche dell’Isola come normali clienti, per verificare e filmare con telecamerine nascoste la violazione delle regole sulla vendita di alcolici. Verificheranno dunque se i locali rispettano il divieto di vendere drink dopo le due di notte e, per le province che lo prevedono, se i clienti hanno meno di 16 anni. Il Codacons ha dunque deciso di ampliare e di ‘istituzionalizzare’ il monitoraggio gia’ iniziato nei mesi scorsi, che ha rilevato come l’80% delle discoteche non rispetti le leggi vigenti in materia. E chiede una mano alle forze dell’Ordine e all’Esercito per intensificare i test anti-alcol. “I nostri ‘infiltrati’ – affermano dalla segreteria nazionale Codacons – filmeranno gli illeciti e li denunceranno alle autorita’ competenti. L’iniziativa partira’ dalla Sicilia e sara’ estesa a breve anche al resto d’Italia”.
“Con una certa sistematicita’ viene infatti violato il divieto di somministrare alcolici oltre le due di notte. Siamo dinanzi a una vera emergenza-spiegano dal Codacons-: i giovani cercano una via di fuga dal vuoto che la societa’ offre. E’ nelle discoteche, luoghi maggiormente sott’accusa, che i controlli saranno intensificati. Chiediamo pertanto l’intervento delle forze dell’Ordine e dell’Esercito affinche’ all’uscita delle discoteche possano essere effettuati, in gran numero, test anti-alcol”. Il Codacons auspica infine un giro di vite contro le cosiddette bevande ‘alcolpop’, quelle tra i 5 ed i 6 gradi molto amate dai giovanissimi, e chiede nuove campagne di sensibilizzazione nelle scuole, nelle universita’ e in tutti i luoghi di incontro giovanili. Intanto ieri quattro comuni del nostro comprensorio si sono alleati ed hanno dichiarato guerra all’alcol. I Sindaci di Alcamo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo e Balestrate hanno deciso di adottare dei provvedimenti per combattere il consumo di alcol tra i giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.