SANITA’. NACSE IN SICILIA LACONFERENZA PERMANENTE PER LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA E SOCIO-SANITARIA – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

SANITA’. NACSE IN SICILIA LACONFERENZA PERMANENTE PER LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA E SOCIO-SANITARIA

Presieduta dall’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo e con la partecipazione dell’assessore alla Famiglia e agli Enti locali Caterina Chinnici, si è insediata ieri la conferenza permanente per la programmazione sanitaria e socio-sanitaria, istituita con legge nell’ottobre scorso, dopo 16 anni di attesa rispetto a quanto previsto dalla legge nazionale. Si tratta di un organismo rappresentativo delle autonomie locali con specifiche competenze consultive sia nell’ambito della programmazione sanitaria e socio sanitaria, sia nei procedimenti di valutazione e di revoca dei manager delle aziende sanitarie. “E’ un organismo – ha detto Russo – che assume importanza strategica nella programmazione sanitaria regionale e che deve diventare lo strumento primario per un confronto serio e costruttivo con le autonomie locali sulle più importanti tematiche della sanità. Dopo 16 anni abbiamo colmato un vuoto storico, dimostrando con i fatti che vogliamo confrontarci con il territorio. Sono convinto che d’ora in poi il percorso di cambiamento sarà più agevole perché sviluppato con le regole dell’interlocuzione democratica con i rappresentanti del territorio che, con la “Conferenza permanente”, saranno attori e autori protagonisti delle scelte. In questo organismo saranno trovate le giuste sintesi e saranno dati i migliori apporti costruttivi per una sfida che riguarda l’intera regione”. Uno degli argomenti discussi nella riunione di ieri è stato il decreto di rimodulazione della rete ospedaliera e le linee guida relative al servizio di emergenza – urgenza 118. La Conferenza è composta dall’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo e da quello alla Famiglia e alle Politiche sociali, Caterina Chinnici, dai presidenti delle conferenze dei sindaci, da un rappresentante dell’Anci (associazione dei comuni) e da uno dell’Urps (unione delle province). La partecipazione alle sedute è a titolo gratuito. Tra i compiti istituzionali della Conferenza c’è quello di esprimere parere obbligatorio sul progetto del Piano sanitario regionale e sui programmi regionali di edilizia sanitaria e dotazioni tecnologiche, connessi con l’attuazione del Piano sanitario regionale. La conferenza, inoltre, partecipa alla verifica della realizzazione dei piani attuativi locali delle Aziende ospedaliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.