CAPACI. LA MAGGIORANZA APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2009 – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

CAPACI. LA MAGGIORANZA APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2009

Approvato a Capaci, il piano triennale delle Opere Pubbliche e il bilancio di previsione del 2009. Per quest’ultimo, sono stati dieci i voti a favore, quelli della maggioranza, e quattro le astensioni, quelle dell’opposizione. In due, invece, hanno abbandonato l’aula consiliare. Si tratta dei consiglieri comunali del movimento politico “La Prospettiva”, Antonio Vassallo e Salvo Puccio. Entrambi dichiarano di essersi alzati a causa del comportamento anti-democratico del Presidente del Consiglio Lino Foti, che si è rifiutato –sostengono Vassallo e Puccio- di discutere degli emendamenti da loro presentati e che riguardavano importanti opere, previste nel programma elettorale del sindaco Benedetto Salvino, per migliorare la vivibilità nella cittadina di Capaci. Tra le proposte: le fonti per l’energia alternativa, la sicurezza stradale, l’arredo urbano. “I nostri emendamenti –affermano Vassallo e Puccio- non sono stati ammessi in maniera illegittima e prepotente e perciò ci rivolgeremo agli enti preposti affinchè venga fatta giustizia”. Dal canto suo il presidente del consiglio Lino Foti, afferma che gli emendamenti dei consiglieri della Prospettiva, non sono stati ammessi perché presentati fuori dai termini di scadenza previsti dal regolamento. Inoltre, prima del consiglio comunale – dice Foti – avevo già convocato due riunioni con i capigruppo per cercare di inserire questi emendamenti, ma non è stato possibile e non si poteva violare il regolamento”. Intanto, il sindaco Benedetto Salvino, che ricopre anche la delega di assessore al Bilancio, ha espresso nell’approvazione dello strumento finanziario la volontà di non incrementare il carico tributario sulle tasche dei cittadini, se non nell’unico caso in cui sia necessario da precise ed inderogabili norme di legge, quali la tarsu che sarà comunque aumentata del 10%, ciò al fine di assicurare il tasso minimo pari al 50% di copertura dei costi del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Confermate le aliquote Ici del 2008 e disposto l’introduzione di un’aliquota agevolata del 5 per mille in favore dei soggetti che avvalgono dei contratti di locazione concordata. Restano invariate la tosap, l’imposta comunale sulla pubblicità e le pubbliche affissioni, l’addizionale comunale irpef, le tariffe dell’acquedotto comunale e dei servizi pubblici. La spesa corrente 2009 ha subito, rispetto al 2008, una riduzione di circa 0,96%. Le spese che resteranno invariate, in particolare, riguardano quelle per la pulizia del territorio, le manutenzioni ordinarie e straordinarie, l’acquisto di beni e prestazioni di servizio nel settore della viabilità e per il corpo di polizia municipale. Per quanto riguarda gli investimenti, coperti in massima parte dai proventi del codice della strada, dagli oneri di urbanizzazione e dal fondo delle autonomie, è prevista la ricostruzione di colombari nel cimitero comunale, incarichi di progettazione per opere viarie di riqualificazione urbana e il finanziamento per le opere di adeguamento e messa in sicurezza dell’asilo nido di Via Degli Oleandri. Previsti, inoltre, lavori di ristrutturazione di un immobile confiscato alla mafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.