DENUNCIATO FALSO DENTISTA AD ALCAMO. A CORLEONE UBRIACO ALLA GUIDA PROVOCA DUE INCIDENTI – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

DENUNCIATO FALSO DENTISTA AD ALCAMO. A CORLEONE UBRIACO ALLA GUIDA PROVOCA DUE INCIDENTI

I militari della Tenenza della guardia di finanza di Alcamo hanno individuato e denunciato alla Procura della Repubblica di Trapani un cinquantenne, per esercizio abusivo della professione sanitaria in quanto esercitava, con regolarità, l’esercizio di medico odontoiatra senza aver mai conseguito i necessari titoli di studio. L’uomo, in possesso di un semplice attestato professionale di odontotecnico non solo realizzava protesi dentarie ma, al contrario, prestava cure medico specialistiche, anche complesse, a una larga cerchia di pazienti con malattie dei denti, ingannati da uno studio attrezzato con apparecchiature all’avanguardia. Per tale reato il falso dentista rischia la reclusione fino a sei mesi. L’intervento ispettivo, ha permesso di individuare, tra l’altro, un lavoratore in nero impiegato all’interno della stessa struttura. Il falso dentista rischia adesso pure sanzioni amministrative e di materia previdenziale ed assistenziale. Con quest’ultimo caso scoperto, sale a tre il numero di falsi dentisti denunciati in provincia di Trapani dalle Fiamme gialle dall’inizio dell’anno sino ad oggi a conferma di come tale fenomeno, sul quale si sta svolgendo un attento e costante monitoraggio, non sia del tutto estraneo alla realtà economica del territorio.


st1\:*{behavior:url(#ieooui) }
<!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:14.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>
/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Gravi incidenti stradali ieri pomeriggio nei pressi della Strada Provinciale 4 a Corleone. A provocarli un sessantatreenne del luogo, che guidava in stato di ubriachezza. Si tratta di M.S. Il primo incidente si è verificato in Contrada Santa Lucia. Sul posto è stato necessario l’intervento dei Carabinieri, dei Vigili del fuoco e del personale del 118, per estrarre dalle lamiere un 32enne rimasto incastrato a causa del violento impatto con l’auto dell’ubriaco. Il giovane è stato trasportato d’urgenza all’Ospedale di Corleone e dopo le prime cure mediche dei sanitari è stato trasferito col elisoccorso presso l’Ospedale Santa Lucia di Palermo in gravi condizioni ma fortunatamente ancora in vita. Ma proprio mentre i Carabinieri di Corleone si trovavano ancora in Contrata Santa Lucia per i rilievi di rito, arrivava alla centrale operativa della locale Compagnia Carabinieri la segnalazione di un altro incidente stradale accaduto poco prima sulla strada tra Corleone e Roccamena e per fortuna con danni solo alle autovetture. Anche questo incidente era stato provocato da M.S., che nel secondo incidente però ha riportato ferite al volto ed è stato prontamente trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Corleone per le cure del caso. M.S è stato segnalato e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese per i reati di guida in stato di ebbrezza e lesioni personali gravissime, infatti sono ancora critiche le condizioni del ragazzo corleonese coinvolto nel secondo incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.