CARINI. LA FATA REPLICA A MONTELEONE SUI PARCHEGGI – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

CARINI. LA FATA REPLICA A MONTELEONE SUI PARCHEGGI

<!– @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } –>

La realizzazione del parcheggio nel centro storico di carini, dietro la via piave, e’ possibile grazie al decreto regionale che ha individuato le aree a rischio idrogeologico del territorio comunale, in seguito ad un idoneo progetto redatto dall’amministrazione comunale. Risponde così il sindaco gaetano la fata all’interrogazione consiliare di giovì monteleone. Questo strumento – prosegue il primo cittadino di carini- poi approvato dall’assessorato regionale al territorio e ambiente ha reso possibile l’avvio della procedura per realizzare l’infrastruttura nelle adiacenze del centro storico, e ciè in via piave, mentre per la precedente iniziativa che prevedeva la costruzione di un altro parcheggio ai cappuccini, non è stato possibile attuarla in quanto si era scontrata con la fascia di rispetto cimiteriale di 200 metri, dentro la quale ricadeva l’area precedentemente individuata e tra l’altro, prevista nel nuovo piano regolatore ancora in itinere. Lo scorso 19 aprile, dopo un bando pubblico, e’ stato dato incarico all’arch. francesco musso per la progettazione preliminare e definitiva dei lavori per la realizzazione di un parcheggio a servizio del centro storico con ingresso dalla via piave, impegnando circa 12.000,00 euro dal bilancio comunale. Il 29 aprile, sempre dopo bando pubblico, e’ stato conferito incarico al geologo giuseppe spinella di redigere la relazione geologica, eseguire i sondaggi, il prelevamento di campioni, analisi e prove di laboratorio, il tutto propedeutico alla progettazione preliminare, impegnando altri 7 mila euro. Il 22 e il 26 maggio abbiamo comunicato ai proprietari delle aree oggetto dell’intervento che l’ufficio espropriazioni del comune stava predisponendo l’autorizzazione ai tecnici incaricati per introdursi nei terreni. Successivamente, a seguito di un idoneo sopralluogo da parte del geologo incaricato e del personale tecnico della ripartizione lavori pubblici e’ emersa l’esigenza di estendere le indagini ad una maggiore area per una migliore caratterizzazione del sito dove realizzare l’importante opera pubblica. Il 23 luglio, il geologo incaricato ha trasmesso il preventivo per le ulteriori indagini geoagnostiche e prove di laboratorio necessarie, per 40 mila euro, che sono stati impegnati nel successivo mese di ottobre anche per l’esecuzione dei lavori di demolizione e ricostruzione di un muro in via rosa, attualmente unico punto di accesso ai luoghi interessati. Infine, il 14 gennaio scorso, su proposta della ripartizione lavori pubblici del comune, ho firmato un’apposita ordinanza con la quale ho autorizzato il gruppo di tecnici e maestranze incaricati per la redazione dello studio geologico e del progetto per introdursi nella proprieta’ privata. Operazioni che sono state effettuate il 09 – 10 e 11 febbraio scorsi. Come è evidente – afferma il sindaco La Fata – non si tratta di propaganda come sostiene il consigliere Monteleone, ma di atti amministrativi concreti che vanno nella direzione giusta per realizzare finalmente, dopo 40 anni, un’area di sosta adeguata nelle immediate vicinanze di piazza duomo. E’ altrettanto evidente – continua il sindaco di Carini – che non essendosi ancora concluse le operazioni di redazione del progetto nessun impegno finanziario e’ stato possibile effettuare fino ad oggi, anche se nel bilancio 2008 per l’opera sono stati previsti ben 800.000,00 euro. A fine anno – aggiunge La Fata – non essendo ancora pronto il progetto, una parte dei fondi previsti ( circa 250.000,00 euro) sono state destinante ad altre opere pubbliche altrettanto importanti per la collettivita’. Nel prossimo bilancio sarà prevista la relativa copertura finanziaria per la realizzazione del parcheggio il cui progetto nel frattempo dovrebbe pervenire al comune. Dopodiche’ si procedera’ all’acquisizione dei necessari pareri tecnici, sanitari, quindi all’approvazione dello stesso progetto e all’appalto dei lavori. Per quanto riguarda il piano generale del traffico urbano scrive ancora La Fata – lo strumento e’ servito per capire e studiare il traffico veicolare nell’ambito del territorio comunale e grazie ad esso abbiamo posto in essere tutta una serie di accorgimenti utili per la circolazione stradale. Altro progetto fondamentale che l’amministrazione comunale ha avviato e’ quello della realizzazione di una scala mobile che collega la parte alta e la parte bassa del territorio. Il progetto e’ gia’ definitivo e lo presenteremo agli organi regionali, statali e comunitari per il relativo finanziamento. Insieme al parcheggio di via piave – conclude La Fata – costituisce una opera fondamentale che potra’ dare nuova linfa al centro storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.