Lun. Dic 9th, 2019

San Cipirello, chiuso il primo piano dell’istituto Dalla Chiesa, lavori fatti male

Continuano i disagi all’istituto comprensivo «Caronia» per carenza di locali idonei ad accogliere le classi. E le commissarie straordinarie hanno annunciato che intendono «accertare eventuali responsabilità da parte di chi ha eseguito gli interventi sul tetto della scuola elementare». Al primo piano dell’edificio «Dalla Chiesa», da poco ristrutturato, piove –infatti- dentro le aule. Tanto che il 20 ottobre scorso è stato inibito l’accesso al primo piano. «Serviranno dei nuovi interventi – spiegano dal Comune – per ripristinare la funzionalità del sistema di scarico pluviale». Ci vorranno somme, già reperite, ma soprattutto tempo. E la burocrazia non ha la stessa rapidità della pioggia. Di qui la preoccupazione dei genitori, che hanno affisso dei cartelli all’ingresso dell’edificio: «Abbiamo le promesse, vogliamo le certezze». Perché per gli alunni, i genitori e gli insegnanti il calvario era già cominciato a settembre con l’av v i o dell’anno scolastico. A causa dei lavori di adeguamento degli impianti, gli allievi della scuola media sono stati, infatti, dirottati nei locali della scuola elementare, dove svolgono lezioni pomeridiane. Ma dopo la chiusura del primo piano le aule sono diventate insufficienti. Tanto da costringere la scuola ad adottare i tripli turni: la mattina – dalle ore 8 alle 11 e dalle 11 alle 14 – per i bambini delle classi elementari; nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, per i ragazzi delle scuole medie. In tutto 26 classi costrette a ruotare su 8 aule. Così è stato necessario chiedere aiuto ad un’altra scuola: l’Istituto superiore D’Aleo-Basile di Monreale, che ha messo a disposizione tre aule dell’istituto agrario di San Cipirello. E ieri mattina collaboratori scolastici, insegnanti e genitori si sono rimboccati le maniche per allestire altre quattro aule nell’edificio della scuola per l’infanzia. Dove troveranno posto quattro classi delle elementari. Ed entro questa settimana è atteso il via libera per il rientro degli alunni delle medie nell’edificio di via Gramsci. “Una volta consegnataci la scuola media – spiegano il preside Vincenzo Salvia ed il vicario Antonino Moscarelli –, troveremo il modo di accogliere, oltre alle 11 classi della secondaria di primo grado, anche tre classi delle elementari”. A breve dunque gli orari delle lezioni potrebbero tornare alla normalità. Rimane però la preoccupazione per le infiltrazioni d’acqua alla scuola «Dalla Chiesa»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.