Ven. Nov 22nd, 2019

Anche il Cardinale Paolo Romeo impone il silenzio a Don Minutella

Il cardinale di Palermo Paolo Romeo ammonisce Don Alessandro Minutella e gli impone il silenzio su quelle che lui definisce ‘locuzione interiori’ nelle quali la Madonna si rivolge, attraverso lui, ai siciliani.

Dopo il divieto imposto dall’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi, anche la Diocesi di Palermo dice no al parroco che parla per conto della beata Madre, dice no al centro di carini ‘Piccola Nazareth’, dice no alla distribuzione dell’acqua benedetta prelevata dal pozzo scavato in quel centro su indicazione, secondo don Alessandro Minutella, della stessa Madonna. L’acqua con proprietà terapeutiche e esorcistiche non deve essere distribuita.

Quindi, Padre Minutella, non può più “celebrare messa, confessare, predicare, benedire su tutto il territorio e deve astenersi dal convocare nel territorio di Palermo e di tutte le altre circoscrizioni ecclesiastiche adunanze simili a quelle che si sono svolte nel cosiddetto centro Piccola Nazareth e dal divulgare con qualsiasi mezzo notizie concernenti tali attività”.

Secondo il Cardinale Paolo Romeo, i fatti asseriti dal sacerdote non hanno il sostegno dei suoi legittimi pastori.

A comunicare la decisione dell’alto prelato ai suoi seguaci, sarebbe stato lo stesso Don Minutella che si prepara a far battaglia sul divieto imposto anche ad usare internet e qualsiasi altro mezzo per diffondere  la parola della Madonna.

Una vicenda che, presto, potrebbe oltrepassare i confini siciliani visto che già da altre regioni italiane cercano Don Minutella per incontrarlo e partecipare all’aspersione dell’acqua di Carini.

Il caso ha però suscitato la condanna dei vertici delle Chiese di Monreale e di Palermo, i quali considerano dannosa e pericolosa per il popolo cristiano, tutta la vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.