Maltempo, la conta dei danni del forte vento soffiato ieri nel partinicese

Diffondi la notizia

E’ il giorno della conta dei danni provocati dal  forte vento che per tutta la giornata di ieri ha soffiato nei comuni del partinicese, con raffiche che hanno raggiunto e  superato i 100 chilometri orari creando non pochi disagi.

A Giardinello, la forte corrente ha fatto ribaltare sul suolo l’albero di Natale ecologico che l’amministrazione comunale aveva fatto erigere qualche settimana fa nella cosiddetta piazza “Maggio”. Una solida struttura in ferro adornata di luci che è finita sull’area dove vi erano parcheggiate una decina di auto che fortunatamente non hanno subito danni. Nella vicina Montelepre, oltre al muro di contenimento crollato in contrada Acque Alvani e l’altro ceduto su una stradina privata che insiste nei pressi di via Pietro Merra, grossi arbusti si sono abbattuti in prossimità di una cava, di fronte al cimitero comunale.

In  entrambi i sensi di marcia dell’A29, nelle direzioni Palermo e Mazara del Vallo, i ponti nei tratti che collegano Partinico a Balestrate sono rimasti chiusi al transito  dei mezzi pesanti. Un camion, proprio a causa delle forti raffiche di vento, si è ribaltato su un fianco. Illeso il conducente. I vigili del fuoco del distaccamento di Partinico hanno lavorato ininterrottamente sia in autostrada che in altre arterie urbane ed extraurbane in cui si sono abbattuti alberi e grossi rami che hanno compromesso la circolazione stradale. Centinaia le chiamate arrivate al 115, anche da proprietari di case che hanno subito danni per segnalare situazioni di pericolo che potevano mettere a rischio l’incolumità pubblica.

In via Torino,  un pezzo di tetto in lamiera si è letteralmente sradicato da una struttura precaria posta sulla copertura una palazzina, finendo per strada. La lastra metallica ha lievemente danneggiato due auto e, solo per un soffio non ha travolto un passante che fortunatamente è riuscito a mettersi al riparo.   Due  pini secolari di dimensioni enormi si sono sradicati, invece, in via De Amicis, alle spalle dello stadio comunale La Franca, finendo sulla sede stradale che, solitamente è parecchio transitata da pedoni ed automobilisti. Fortunatamente, in quel momento non stava passando nessuno. Le fronde dei due grossi arbusti hanno occupato la carreggiata e la strada è rimasta chiusa al transito per alcune ore nonostante il comune abbia immediatamente chiesto l’intervento di una ditta specializzata per rimuovere i pini e rimettere la zona in sicurezza.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.