Carini, il Consigliere Comunale Totò Sgroi aderisce all’Udc di Lorenzo Cesa

Diffondi la notizia

Il capo dell’opposizione consiliare del massimo consesso civico di Carini aderisce all’Udc di Lorenzo Cesa. Totò Sgroi, antagonista alle ultime amministrative del riconfermato sindaco della città Giovì Monteleone, ha maturato la propria scelta per i valori cristiani e moderati  dettati dal pensiero di Don Luigi Sturzo che ispirano il partito e che più si avvicina agli elementi fondanti della propria storia di uomo e di politico.

Il Consigliere Comunale Salvatore Sgroi è un funzionario della banca Bpm di Carini e siede tra gli scranni dell’assemblea municipale da ben 4 legislature consecutive. È stato presidente del massimo consesso civico dal 2010 al 2015 e alle consultazioni elettorali dello scorso mese di ottobre, da candidato a sindaco del centro destra ha sfidato al ballottaggio l’attuale primo cittadino, raggiungendo il 48,9% delle preferenze espresse dagli elettori.

  “Il nostro territorio, in cui da anni faccio politica – ha dichiarato Totò Sgroi –  è un grande bacino di potenzialità e di sviluppo fatto di uomini e donne che guardano a quella politica non gridata e mai populista. Un’occasione questa, per ridare fiducia a chi vuole riconoscersi nel Dna originario di quel movimento cattolico, perno fondante della nostra nazione. E proprio da questo concetto che è necessario ripartire per l’affermazione di quella politica che guarda alla gente per la gente. Desidero ringraziare il segretario nazionale del partito, Lorenzo Cesa e il segretario regionale siciliano, Decio Terranaha concluso Sgroi – per la fiducia che mi è stata riposta, così come il consigliere comunale di Palermo Elio Ficarra, assieme al quale ho condiviso questo nuovo percorso politico e agli altri consiglieri comunali che hanno già aderito”.  Lo stesso Ficarra ha manifestato soddisfazione per la condivisione di Salvatore Sgroi al progetto politico dell’Udc, “quale ulteriore passo di crescita sul territorio del partito, che in molti guardano come casa comune moderata e capace di aggregare tutte quelle forze sane e necessarie alla creazione, in Sicilia, di un polo centrista nell’alveo del centrodestra”. Inoltre, Ficarra ha annunciato che nelle prossime settimane altri amministratori aderiranno al progetto dell’Udc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.