Carini, gli studenti dell’ISS Ugo Mursia donano presepe al Castello (Video)

Diffondi la notizia

Un presepe, simbolo della vita, è stato consegnato stamani al sindaco di Carini Giovì Montelone, dagli studenti dell’Istituto Superiore Ugo Mursia che hanno preso parte al laboratorio  “Natale Insieme” nato e sviluppato nelle ultime settimane di attività di Didattica a distanza che, nel rispetto delle misure di sicurezza, nell’ambito di un progetto di inclusione. La creazione artistica è stata esposta nella cappella del Castello di Carini. Il Natale in sé è una delle feste più significative e coinvolgenti dal punto di vista emotivo e affettivo di tutto l’anno e lo doveva essere ancor più per alcuni alunni davvero “speciali” dell’istituto, che hanno scelto assieme alle proprie famiglie di seguire la didattica in presenza, volta a mantenere la relazione educativa. È maturata così la forte volontà di offrire ai ragazzi un’attività laboratoriale che creasse a scuola un clima di festa, un’atmosfera serena, accogliente, finalizzata alla comprensione del vero significato del Natale, dei valori dell’amicizia, della solidarietà e della condivisione in un contesto educativo ricco di stimoli. Pochi incontri, giusti ragguagli per concertare mezzi e strumenti e tanta voglia di fare hanno portato i docenti a sviluppare l’idea della realizzazione del presepe, simbolo di una millenaria tradizione che da sempre incanta gli animi. Il progetto ha  incarnato l’esigenza di proporre in chiave creativa e fantasiosa il riciclo dei rifiuti, che ha dato una valenza multidisciplinare al percorso educativo. La sensibilizzazione alla diversità di tutti i soggetti che sono parte della stessa comunità quale la scuola, la consapevolezza dell’appartenenza ad un mondo ricco di tradizioni nonché la fondamentale importanza di crescere buoni cittadini nel rispetto dell’ambiente e della sua sostenibilità si pongono come buono auspicio per la rinascita della comunità carinese, che ha vissuto con grande trepidazione l’evolversi del contagio della pandemia da Covid -19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.