Omicidio La Rosa, rito abbreviato per i due indagati di rissa

Diffondi la notizia

Accolto il rito abbreviato per Filippo Mulè e Rosario Naimo, i due imputati accusati di rissa nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio di Paolo La Rosa, il 21 enne di Cinisi barbaramente ucciso il 23 febbraio scorso a Terrasini. Niente abbreviato invece per Pietro Alberto Mulè, l’assassino di La Rosa. Il giudice per le udienze preliminari Piergiorgio Morosini si è  espresso sulla  scorta di quanto enunciato nei giorni scorsi dalla Corte costituzionale che ha ritenuto infondata la questione di legittimità  sollevata da alcuni tribunali contro il divieto di procedere col rito abbreviato per i reati punibili con l’ergastolo.  Per quanto concerne l’abbreviato, la prossima udienza è stata fissata per il 14 dicembre; per il processo ordinario invece la prima udienza in corte d’assise è in programma l’8 gennaio del 2021. Infine il giudice ha accolto tutte le parti civili che si sono costituite in giudizio: oltre ai Comuni di Terrasini e Cinisi, anche i genitori, la sorella, due amici, cugini e zii di Paolo La Rosa.  .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.