Emergenza coronavirus, Torretta lasciata nel limbo, aumentano i contagi nel comprensorio

Diffondi la notizia

Sono 352 le persone in isolamento obbligatorio che risiedono al comune di Torretta. Solo 195 di loro sono state sottoposte a tampone molecolare con il drive test effettuato nel fine settimana dall’Usca del distretto sanitario 34 di Carini e ad oggi, l’Asp 6 non ha ancora comunicato all’ente locale un solo risultato, lasciando tutti  ancora nel dubbio ed intrappolati in casa con i disagi derivati dalla condizione. Altre 157 persone, in quarantena da ancor prima che in paese venisse istituita la zona rossa, attendono la convocazione per sottoporsi a tampone e verificare l’eventuale positività al Covid-19. Una situazione insostenibile con un sistema di prevenzione sanitaria che sembra fare acqua da tutte le parti. Intanto, nella vicina Capaci i contagi hanno raggiunto quota  42. Solo alcuni di essi si trovano ricoverati in ospedale, mentre tutti gli altri soggetti positivi si trovano in isolamento domiciliare obbligatorio e, compatibilmente con la patologia accusata, le loro condizioni di salute non destano particolari apprensioni. 38 i casi di positività  al coronavirus riscontrati invece ad Isola delle Femmine. A Carini gli ultimi dati che l’Asp ha fornito giorni fa al comune davano per certo 101 contagi; in realtà le persone risultate positive al Covid 19 in città sarebbero quasi il doppio, visto che i dati diffusi dall’azienda sanitaria non tengono conto dei casi riscontrati attraverso il ricorso a laboratori analisi privati finchè non li prendono in carico se, segnalati dai medici di famiglia.   A Montelepre salgono a 35 i contagi da coronavirus; 7 i casi di positività riscontrati nella sola giornata di ieri per i quali sono stati tracciati oltre 27 contatti diretti. Un dato significativo che fa emergere ancora una volta che i cluster  continuano a svilupparsi in ambiti familiari attraverso pranzi, cene ed incontri familiari che coinvolgono anziani, persone adulte, ragazzi e bimbi. 2 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, uno in reparto. Sul fronte delle quarantene, duro il colpo inferto alla scuola; in altre tre classi di quinta elementare sono state sospese le lezioni e gli alunni messi in isolamento dopo che una loro insegnante è stata contagiata. 166, in totale le persone in quarantena in paese;   due invece quelle  guarite a cui è stata certificata la fine dell’isolamento obbligatorio.  Il sindaco Maria Rita Crisci, ha inoltrato formale richiesta all’Asp affinchè esegua uno screening epidemiologico  a tutta la popolazione scolastica del paese. Nuovo caso di coronavirus a Giardinello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.