13 Giugno 2021

Amministrative, a Carini sarà ballottaggio; a Isola delle Femmine in vantaggio il sindaco uscente

2 min read
Diffondi la notizia

A Carini si va verso il ballottaggio tra il sindaco uscente Giovì Monteleone e il consigliere uscente Totò Sgroi; a Isola delle Femmine, dove invece si deciderà stasera chi sarà il nuovo sindaco, è testa a testa tra i due candidati, l’uscente Stefano Bologna e l’ex consigliere comunale Orazio Nevoloso con il primo in vantaggio di poco più d un centinaio di voti. Elezioni thrilling quindi nei due paesi del palermitano dove sostanzialmente le maggiori preferenze restano in bilico tra due candidati. Sarà una lunghissima notte nelle varie sezioni delle due cittadine. A Carini sembra una certezza quella del ballottaggio secondo l’indicazione che sta uscendo dalle urne quando lo spoglio in prima serata ha raggiunto il 25 per cento dei votanti. Il parziale vede un sostanziale testa a testa tra Monteleone e Sgroi: entrambi sono appaiati attorno a mille e 500 preferenze a testa, quindi catalizzando il 38 per cento dei voti a candidato. Monteleone è appoggiato da 5 liste (“L’altra Carini”, “Avanti Carini-Cento Passi per la Sicilia”, “Il Germoglio”, “Carini si sveglia” e “PD-Articolo 1 MDP-Cittadinanza Attiva”); il consigliere comunale uscente Totò Sgroi con 8 liste (“Prima Carini”, “Azzurri per Carini 2020”, “Carini Viva”, “Insieme per Carini al centro”, “Giorgia Meloni –Fratelli d’Italia”, “Forza Italia con Prima Sicilia”, “Udc con Carini Terzo Polo” e, “Onda”). Molto più staccati gli altri due aspiranti primi cittadini. C’è il candidato Gianfranco Lo Piccolo che al momento conta all’incirca 800 preferenze ed è appoggiato da 7 liste (“Lavoro per Carini”, “Carini a colori”, “Scrusciu”, “Io voto Carini”, “Lega”, “Ora Sicilia” e “Diventerà Bellissima”); chiude Ambrogio Conigliaro, anche lui consigliere uscente dalla coalizione monocolore del Movimento 5 Stelle: per lui circa il 4 per cento dei consensi, pari a poco meno di 200 voti. Poco meno di 17 mila gli elettori che si sono recati alle urne, pari al 46,6 per cento, quasi 8 punti percentuali meno rispetto alle scorse elezioni locali. A Isola delle Femmine invece si è arrivati allo spoglio di circa il 50 per cento delle schede. Stefano Bologna, appoggiato dalla civica «Un’altra Isola…sì», conta su 1.100 preferenze contro i 982 voti di Orazio Nevoloso, sostenuto dalla lista civica «CambiAmo Isola». Qui ad andare al voto sono stati in 4.241, il 69 per cento degli aventi diritto. Confermato il crollo dei votanti rispetto alle passate elezioni: quasi -15 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.