Cinisi, tam tam sul web con #sindacochiudilaspiaggia a ferragosto

Diffondi la notizia

Il popolo del web di Cinisi chiede al sindaco Giangiacomo Palazzolo un’ordinanza per vietare l’accesso alla spiaggia Magaggiari nel periodo di Ferragosto. In poche ore l’hashtag #sindacochiudilaspiaggia è stato ripreso da centinaia di utenti. I cittadini di Cinisi, attraverso i social network, chiedono quindi al primo cittadino di imitare i colleghi di Capaci e Campofelice e di altri sindaci dei comuni costieri che hanno firmato un’ordinanza con cui si vieta l’accesso alla spiaggia dal 13 al 15 agosto per ragioni di sicurezza. Nella ormai ridotta parte di spiaggia pubblica di Magaggiari, infatti, ogni anno, durante il Ferragosto, si rinnova la cattiva consuetudine di occuparla con  tende destinate al bivacco, oltre l’accensione incontrollata di falò. Bagnanti e intere famiglie installano veri e propri accampamenti in barba a ogni divieto e a ogni principio di civile convivenza. Quest’anno, poi, con l’emergenza Covid-19, cresce maggiormente la preoccupazione dei cittadini sul mancato rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro e uso della mascherina, così come previsto dalle vigenti norme regionali e nazionali. Il tam tam sul web ha già coinvolto centinaia di cinisari e tra questi alcuni consiglieri comunali che hanno condiviso l’iniziativa, come nel caso del gruppo “Insieme per Cinisi” che in una nota si associa al tam tam presente sul web chiedendo a Palazzolo di chiudere la spiaggia Magaggiari; “un appello che non solo lo facciamo ufficialmente nostro, ma che rilanciamo ricordando al primo cittadino il suo ruolo di responsabile dell’ordine e della sicurezza pubblica e che questa volta non può ancora voltarsi dall’altra parte dinanzi alle legittime preoccupazioni dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.