Torretta, imprenditore agricolo accoltellato da ex dipendente; borgettano in manette

Diffondi la notizia

E’ finita nel sangue una lite tra due uomini avvenuta ieri sera in contrada Columbrina, ai confini tra i territori di Torretta e Capaci. Rosario Di Maggio, 45 anni, è stato accoltellato all’interno di una stalla che insiste su un appezzamento di terreno di sua proprietà. A ferirlo al collo, al torace e all’avambraccio destro con un un’arma da taglio è stato il 36enne di Borgetto, Valentino Macaluso che, i carabinieri della stazione di Torretta hanno rintracciato ed arrestato per tentato omicidio. I militari sono intervenuti sul posto su segnalazione del 118 dopo che il personale sanitario ha trasportato in ambulanza la vittima sanguinante all’ospedale Villa Sofia di Palermo. Dopo una rapida ricostruzione dei fatti, gli investigatori hanno appurato che l’aggressore, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, avrebbe accoltellato il suo ex datore di lavoro per motivi ancora in corso di accertamento. Il 36enne sarebbe poi fuggito a piedi, ma i carabinieri sono riusciti a rintracciarlo nelle campagne limitrofe e a mettergli le manette ai polsi. Valentino Macaluso, in attesa dell’udienza di convalida, è stato rinchiuso nel carcere Lo Russo Pagliarelli. La vittima, fortunatamente non è in pericolo di vita, ma è ricoverato sotto stretta osservazione dei medici nel nosocomio palermitano.   Secondo alcune indiscrezioni, durante la colluttazione, Rosario Di Maggio che è proprietario dell’azienda agricola in cui Macaluso ha lavorato in passato, avrebbe cercato di difendersi con un bastone dai fendenti che gli sono stati violentemente inferti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.